QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“SpaceX non può più permettersi una connessione satellitare con l’Ucraina”

I cuccioli giacciono alla stazione di Starlink vicino a Lyman, in Ucraina. © Reuters

SpaceX non può più permettersi le stazioni Internet Starlink in Ucraina e ha chiesto al Dipartimento della Difesa statunitense di pagare i costi. Lo ha riportato CNN News sulla base di una lettera inviata da SpaceX al Pentagono il mese scorso.

La società di Elon Musk ha ora consegnato circa 20.000 terminali Starlink all’Ucraina, consentendole di comunicare via satellite quando le reti mobili e le connessioni Internet non funzionano. La scorsa settimana, Musk ha twittato che l’operazione era già costata a SpaceX 80 milioni di dollari e che si aspetta che l’importo superi i 100 milioni di dollari entro la fine dell’anno.

Leggi anche. Come se Putin scrivesse la proposta: aspre critiche al “piano di pace” di Elon Musk

SpaceX ha anche chiesto al Pentagono nella lettera di finanziare l’uso di Starlink da parte del governo e dell’esercito ucraino. Il costo, secondo Musk, è di 120 milioni di dollari per il resto dell’anno e potrebbe salire a 400 milioni di dollari nei prossimi 12 mesi. “Non siamo in grado di continuare a donare stazioni all’Ucraina o di finanziare le stazioni esistenti a tempo indeterminato”, ha affermato nella lettera un dirigente di SpaceX.

Dopo l’invasione russa, SpaceX ha reso disponibile Starlink in Ucraina. Dopotutto, Internet non funziona in diverse parti del paese. Starlink non richiede cavi di messa a terra: è richiesto solo un ricevitore. Tuttavia, la CNN cita recenti rapporti secondo cui il sistema in Ucraina ha subito disordini diffusi negli ultimi giorni. Ciò complicherebbe il contrattacco delle forze armate ucraine.

Ecco il contenuto elencato da una rete di social media che vuoi scrivere o leggere i cookie. Non hai dato il permesso per questo.

READ  Gli ufficiali di frontiera degli Stati Uniti scacciano gli haitiani, la Casa Bianca lo considera "inaccettabile"