QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Sporza protagonista del Giro delle Fiandre: la nostra giuria sceglie questi Jolly | Un giro delle Fiandre

Ammettiamo subito: l’incertezza che circonda Wout van Aert ha causato molto lavoro di copia e incolla per i giurati. Van Aert avrebbe sicuramente avuto 3 stelle, ma ora è stato rimosso dalla lista. Poiché questo tour delle Fiandre potrebbe avere una personalità più aperta, i nostri membri della giuria hanno scelto il Joker – gentile Alberto Pettiol – come bonus.


Non Wout van Aert, ma Matteo van der Pol: Le mappe ciclistiche sono completamente diverse in poche settimane.

Van der Poel ha iniziato la sua stagione in trasferta appena due settimane fa, ma dopo essere arrivato terzo in Via Roma, la vittoria di tappa a Coppi e Bartali e la vittoria al Dwars door Vlaanderen, secondo la nostra giuria è il favorito.

Il comitato – un misto di commentatori, presentatori e analisti (m/f) – è stato anche incuriosito dall’improvvisa ascesa di Tom Bidcock

Fino a mercoledì scorso era l’ombra di se stesso, ma tra Roeselaer e Wargem il campione del mondo in forma di ciclocross è improvvisamente tornato in vita. giusto in tempo?


Certo, mercoledì non è stato annunciato, ma non è stato nemmeno distribuito il primo premio: Tadej Pojjakar Ha pagato la quota di iscrizione durante il suo primo esame sulle strade fiamminghe, ma domenica avrà già un riesame. Si laurea con lode?

Lo sloveno potrebbe pensare Casper Asgren† Il danese è arrivato secondo al suo primo posto nel 2019 e ha vinto lo scorso anno. Renk Kwik Step Alpha Vinyl sarà lucidato?

E dov’è Jumbo-Visma, abbiamo sentito che pensi? La massa molto forte è molto inquinata dalla situazione intorno a Wout van Aert?

no ma Tiesj Benoot In seconda elementare. Tuttavia, Karl Vanoukerke ha ascoltato il chiaro messaggio di Peloton: “Chi sconfigge Pinot vince la gara delle Fiandre”. Chi siamo noi per contrastare i piloti?


Tiesj Benoot in linea di principio non può prevedere la sua gara veloce, il suo compagno di squadra Christophe Laporte È possibile? Il francese è stato secondo in Harelbeke e Wevelgem. Il suo pacchetto software ha ricevuto un aggiornamento per il Giro delle Fiandre?

Mad Pedersen Passato condiviso con Kasper Asgreen: è arrivato anche al secondo posto al suo debutto in questo memoriale, nel 2018.

Pedersen è stato eccellente a Sanremo, incapace di seguire Harelbeke, impressionando ancora a Wevelgem e cadendo a canestro a Waregem. Se questa serie instabile continua, domenica sarà un altro grande giorno.

Stefano Kong Con un po’ di fantasia fa il contrario: ad Harelbeke è arrivato 3°, a Waregem 6 e nel mezzo ha deviato davanti al leader Démare a Wevelgem. Solo da Paterberg a Minderbroedersstraat a Oudenaarde è abbastanza adatto a lui.

Antonio Turges È arrivato secondo alla Via Roma, ma nelle ultime gare non è arrivato 10° nelle Fiandre. Tuttavia, il Giro delle Fiandre gli si addice, dato che ha dimostrato di essere quarto nel 2020.

Inizialmente ad Anversa, un corridore può già dire di aver già vinto un monumento in questa stagione: Matej Mohorek Non è rimasto inattivo dopo aver vinto La Primavera, come ha dimostrato all’E3 (4) e al Gent-Wevelgem (9).

*jolly per il round*

Se la logica ciclistica viene rispettata, il vincitore sarà estratto dalla lista sopra. Ma nel 2022 le leggi specifiche per le biciclette non sono più in vigore o vengono spesso riscritte.

Grande sorpresa anche nel 2019: Alberto Petitol ha sorpreso il suo amico e avversario con una vittoria al Giro delle Fiandre.

Questa famiglia è Petitol? Outsider come Victor Campinerts, Jasper Stuyven, Dylan van Barley, Greg van Avermaet e Florian Senchal erano solo in qualche modo prevedibili.

La nostra giuria ha scelto questi cinque “cavalli neri”:

  • Valentino Madwas: Ti aspetteresti che il francese di 25 anni del Groupama-FDJ in precedenza a Brabantse Pijl e Amstel, ma ad Harelbeke (7) e Waregem (11) ha dimostrato di essere più un uomo per lui nelle Ardenne fiamminghe.
  • Tobias Haaland JohansenUno-X ha valutato il 22enne vincitore del Future Tour come un “Alaphilippe”. Il futuro vincitore del Tour ha conosciuto le Fiandre all’Omloop (56° posto), ma ha dimostrato al Tour of Catalonia (7°) che il suo motore era migliorato.
  • Jan Tratnik: Non tutti gli sloveni vincono facilmente come Tadej Pogacar, Primus Roglic e Mate Mohoric, ma l’esperto Tratnik può mettere tutti sullo scaffale come pacemaker. Il caposquadra del Bahrain, il 32enne Victorious, si è classificato nono a Sanremo e Warjem.
  • Jonathan NarvaezIl 25enne muro di Ineos ha lasciato il Gent-Wevelgem dell’Ecuador dopo una dolorosa caduta su Kemmelberg, ma se dovesse recuperare dovrebbe riuscire a confermare il suo sesto posto su Strade Bianche ed E3.
  • Michele Valgren: Nel 2018 ha vinto le gare Omloop e Amstel, e l’anno scorso è arrivato terzo ai Mondiali di Leuven. Il 30enne danese di EF-EasyPost si aggira dappertutto nel mezzo e in una giornata di talento i suoi rivali potrebbero vederlo di nuovo sul palco.
READ  Il Barcellona è tornato! Il Real Madrid vende brusio dentro: 0-4 | Liga Santander 2021/2022