QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Sterckx: “Penso che sarà una settimana abbastanza cruciale per Van den Brum” | piattaforma

In vista della stagione, l’allenatore John van den Broom e l’allenatore Dimitri de Conde hanno espresso la loro ambizione di prendere parte all’apice del calcio belga in questa stagione. Quasi al centro di una competizione regolare, Racing Genk è in cima… nella colonna di destra della classifica.

“Se guardi solo i numeri, sono molto al di sotto del valore fondamentale e al di sotto delle aspettative”, Bert Sterckx ricorda anche i dati all’inizio della stagione. Questo scuote il trono di van den Brum.

“Ci sono grandi tifosi a Genk e persone che si attaccano davvero all’olandese. Il manager Dimitri de Conde appartiene a quest’ultimo gruppo e non è un segreto. Quando ha funzionato, abbiamo già visto che il Genk stava giocando un grande calcio sotto Van den Broom. Lui continuò.

La storia di Genk su Van den Broom è stata dura l’anno scorso e ancora all’inizio di questa stagione. Poi c’è l’arrivo dell’assistente Glenn Riedersholm, che anche lui non fa nulla di utile per stabilizzare il trono olandese.

“Riddersholm stesso era un T1 con una palma. È come avere un bellissimo albero di noce nel tuo giardino, ma poiché sai che sta per cadere, stai già acquistando una robusta sega per legno. Basta non metterla nel legno ancora. Tronco, ma mettili in giardino per un po’” Sterckx la guarda poeticamente.

Il giornalista di calcio Bart Lagee si unisce a Strix su questo. “In questo assistente, sarei davvero preoccupato al posto di John van den Broom. Circle ha fatto lo stesso. Prima di licenziare Eve Vanderhey, il suo assistente Thomas Pavel era già stato sostituito da un austriaco (stessa nazionalità del nuovo allenatore del Circle Talhammer da onesto, ne ho paura). , anche se non lo augurerei a Van den Brom”.

READ  Balotelli al Mondiale (se l'Italia si qualificasse)? Mancini invita l'eccentrico attaccante ad allenarsi per il Mondiale 2022

È troppo presto per dire che il destino del simpatico olandese è stato deciso. Nella competizione tutto è ancora ravvicinato, il Genk è ancora in coppa e non è ancora stato eliminato in Europa.

“Van den Broom è fortunato ad aver ottenuto un punto a Zagabria e che il calcio europeo è ancora in discussione, altrimenti sarà una storia difficile”, afferma Bert Strix.

Lo spettacolo di Genk questa settimana non è a favore di Van den Broom. Mercoledì il Genk Club ospita di nuovo il Brugge in coppa, e domenica affronterà il KV Mechelen per la competizione.

“La Coppa è sempre stata un obiettivo principale per il Racing Genk. Si sono attaccati molto a quel trofeo. Quindi eliminare la Coppa sarebbe comunque un dramma”.

“Se il Genk uscirà dalla coppa, non sono sicuro che sarà il punto finale per l’allenatore. Che sia o meno mercoledì, ma penso che la settimana sarà un po’ decisiva”.

“Ad esempio, quello che ho trovato strano nelle interviste di Van den Broom è che ha detto che non poteva incolpare così tanto i suoi giocatori dopo le sconfitte contro Berchot e Club Brugge”.

“In termini di impegno, capisco ancora quella spiegazione, ma i gol facili che la squadra ha ingoiato, devi incolpare i tuoi giocatori in un certo modo. Altrimenti non potrai fare nulla”.