QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Suggerimento Cash for Gold: gli informatori ricevono $ 200 milioni di bonus | All’estero

La US Securities and Exchange Commission ha assegnato 200 milioni di dollari (circa 172 milioni di euro) a un informatore. Le guide alle taglie sono comuni negli Stati Uniti, ma questo regolatore non ha pagato molti soldi per segnalare le violazioni.




L’informatore aveva segnalato atti fraudolenti alla Commodity Futures Trading Commission. Questo cane da guardia del mercato azionario controlla futures e contratti di opzione nei mercati delle materie prime e dei prodotti agricoli. La CFTC offre da tempo ricompense per suggerimenti che aiutano a rilevare frodi e manipolazioni nei suddetti mercati.

Tuttavia, da quando la legge è stata adottata nel 2010, lo schema è diventato più attraente per gli informatori: ricevono dal 10 al 30 percento dei proventi delle multe imposte grazie alla mancia (tipping) fornita.

Sono già stati pagati più di 3 miliardi di dollari (2,6 miliardi di euro trasferiti) di mance. Il programma ha avuto un tale successo che pochi mesi fa l’organizzatore rischiava ancora di rimanere senza soldi dopo aver stanziato più di 100 milioni di dollari (circa 86 milioni di euro) a un manager di Deutsche Bank che lo avrebbe fatto. Rivelato lo scandalo Libor.

quantità standard

Quindi è importante che molti soldi vengano restituiti all’informatore. Inizialmente, la richiesta di risarcimento per gratifiche è stata respinta dalla SEC. Tuttavia, su insistenza dell’informatore, il caso è stato nuovamente esaminato dall’organizzazione. Il supervisore ha quindi esaminato questa decisione.

Tuttavia, l’identità della persona e l’abuso rivelato dal whistleblower rimangono un segreto. Questo è lo standard del programma di premi di vigilanza del mercato azionario.

READ  De Croo dovrebbe liberarsi della sua wish list da 3,3 miliardi

Belgio

Secondo il difensore civico federale, il Belgio protegge gli informatori in una certa misura, ma la nuova direttiva UE sugli informatori presenta un’eccellente opportunità per migliorarla. Questa direttiva stabilisce che entro dicembre di quest’anno deve essere in vigore in Belgio un programma nazionale completo per gli informatori. Tuttavia, le direttive dell’UE si concentrano più sulla protezione degli informatori (di identità) che sulla ricompensa degli informatori. Non esiste un programma generoso di “contanti per mance” come negli Stati Uniti.

Leggi anche:

Whistleblower Commenti Offshore Facebook Dirty Laundry: “Finché l’azienda non verrà pagata, nulla cambierà mai” (+)

Il co-fondatore di L&H Jo Lernout, 73 anni, è alla ricerca di investitori per una nuova azienda tecnologica: “Voglio provare a restituire le persone” (+)

Il segretario all’Energia degli Stati Uniti mette in guardia contro la “manipolazione” dei prezzi del gas in Europa (+)