QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Supernova: gli astronomi sono pronti per un’enorme esplosione

Supernova: gli astronomi sono pronti per un’enorme esplosione

Molti astrofili dispongono di apparecchiature molto avanzate con le quali possono analizzare la luce. Usando gli spettroscopi sul loro telescopio, possono misurare la velocità con cui la materia stellare viene espulsa nello spazio e quali elementi contiene.

Pertanto, le persone comuni svolgono un ruolo cruciale nello svelare i segreti delle supernove.

Tuttavia, c’è un problema. Per sfruttare al meglio la situazione, i telescopi dovrebbero essere puntati sulla supernova dal momento in cui inizia, preferibilmente prima che diventi visibile nel cielo. Ma gli scienziati hanno una soluzione innovativa per questo.

Le particelle fantasma arrivano per prime

Sebbene non possiamo prevedere dove e quando si verificherà una supernova, possiamo comunque rispondere prima che la luce raggiunga la Terra. Questo perché una supernova emette un tipo specifico di particelle elementari, i neutrini.

Queste particelle si formano quando l’interno di una stella collassa e viaggiano direttamente attraverso gli strati esterni della stella quasi alla velocità della luce. I neutrini vanno in tutte le direzioni e alcuni di essi colpiranno la Terra.

La stragrande maggioranza di essi attraversa il nostro pianeta, come fantasmi, perché i neutrini raramente interagiscono con altra materia. Ma alcuni neutrini vengono rilevati da grandi rilevatori di neutrini, come Super-Kamiokande in Giappone e IceCube in Antartide.

READ  Aggiornamento software: Exact Audio Copy 1.7 - PC - Download