QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tasso breve. Van der Boyle inizia la produzione di tour in Italia, viaggi in mountain bike – Petersen in tournée in Belgio | Ciclismo

Quarto miglior pilota del Tour del Belgio

Il campo dei partecipanti al tour in Belgio si fa sempre più duro di giorno in giorno. È già noto che Fabio Jacobsen (quick-step alpha vinyl), Jasper Philipsen (Albesin-Phoenix) e Sam Bennett (Bora-Hanscrohe) si mettono alla prova e vengono coinvolti nel treno sprint nel processo del tour. Mates Pederson ha aggiunto il quarto miglior velocista del tour. Danis del Trek-Sekafredo preferisce viaggiare in Belize Bellois piuttosto che nel giro della Svizzera perché la distanza collaudata a Sherbenhuel (11,8 km) è il miglior indicatore basato sul percorso del preludio del viaggio. Maglia gialla. Anche Peterson vuole riprendersi negli sprint, ma ad eccezione di Bennett, Philipsen e Jacobsen, dobbiamo rinunciare ai nostri giovani compagni Arnad de Lee e Thibaut Nice. Yves Lampaert e Victor Campenaerts sono forti contendenti per il successo complessivo. (BVCC)

Compagni Bederson © Foto Notizie

Dopo una buona settimana dopo il Giro, Matthew van der Boyle ha iniziato gli allenamenti per il tour. Da martedì si allena sul Lago di Lugano in Italia, dove mercoledì ha ricevuto la sua mountain bike dalla scuderia. Non dovremmo cercare nient’altro che giocare in questo tour in mountain bike. Quest’estate, Van der Boyle si concentrerà solo sulla sua campagna su strada e sui primi tour, in cui otterrà nuovi successi sul palco con Albacin-Dzionnik.

Per le prossime due settimane l’olandese si recherà a Livigno per ricevere una formazione intensiva in compagnia dell’amica Roxanne e di una badante. Van der Poyle abbandonerà il campionato olandese venerdì 24 giugno a causa di una partenza tardiva per l’Italia. La sua prossima gara sarà la cronometro di apertura del tour venerdì 1 luglio a Copenaghen. (BVCC)

Instagram

© Instagram

Matthew van der Boyle ha recitato durante il Giro.

Matthew van der Boyle ha recitato durante il Giro. © Foto Notizie

Novità del ciclo precedente:

La bici di Zucker era appesa al gancio

Ilnur Jagar smette di correre all’età di 32 anni. Il russo solitamente appende la bici a fine stagione, ma ora si ritira dopo che la sua squadra Gasprom-Roswello è scomparsa a causa dell’invasione russa dell’Ucraina. Jagarin ha conquistato due posizioni nella Zero in carriera e una nel Tour. Nel 2017 è terzo sulla tappa Volda. Tuttavia, c’è un lato oscuro nella sua vita: nel 2009 è stato sospeso per due anni da junior per uso di steroidi anabolizzanti.

Zuckerberg durante il tour delle Asturie l'anno scorso.

Zuckerberg durante il tour delle Asturie l’anno scorso. © Foto Notizie

Evenpol guida la rapida selezione di vinili alfa in tournée in Svizzera

Remco Evenepoel è il precursore di Quick-Step Alpha Vinyl nello Switzerland Tour (WorldTour) che inizierà domenica. Elon von Wilder si rompe la mascella in una caduta a Liegi-Pastogne-Liegi e torna a Peloton.

Alla fine del mese scorso, Evenepoel ha vinto il tour della Norvegia, dove ha vinto tre delle sei tappe. Il vincitore della Liegi-Bastogne-Liegi sarà affiancato in Svizzera nel 2021 da Dan Caspar Askreen, vincitore del Giro delle Fiandre. Presenti anche Tim Declercq, Ilan Van Wilder e Louis Vervaeke. Il britannico James Knox e l’italiano Fosto Masnada completano la lista. Masnada è intervenuto l’ultima volta durante un tour della Catalogna a marzo. Ha lottato con la mononucleosi.

“Con questa squadra determinata e motivante non solo possiamo ottenere una vittoria di livello, ma anche ottenere un buon risultato nella classifica finale”, afferma il direttore sportivo Wilfried Peters. “Il Tour de Suez è una delle gare più dure della stagione, con un forte numero di partecipanti e un livello molto alto. Vediamo cosa può fare Remco lì.

Il Gran Premio d’Italia partirà e finirà a Nizza nel 2024?

C’è solo uno standard nel programma delle tappe del tour. Il tour si conclude a Parigi, sempre agli Champs-Elysées dal 1975. Ma questo potrebbe cambiare in due anni. Nell’estate del 2024 Parigi ospiterà le Olimpiadi. Il più grande evento sportivo del mondo prende il via il 26 luglio nella capitale francese, cinque giorni dopo la fine del tour.

Il trambusto dei Giochi è stato così grande a Parigi che non ha voluto accogliere il tour per la prima volta dal 1903. Secondo La Gazzetta Dello Sport, l’organizzatore di tour ASO sta pensando di tracciare un curriculum senza venire a Parigi. Uno dei possibili cambiamenti si è sentito nei corridoi del Nizza, quotidiano italiano ASO. La città della Costa Azzurra è stata la destinazione più ciclabile degli ultimi anni. Nel 2020 ha ospitato l’inizio del Tour, essendo stato in precedenza candidato ad ospitare i Campionati Europei.

Il tour 2024 potrebbe sicuramente fare la storia perché Firenes è candidato ad organizzare il Dipartimento Le Grant. Il tour non è iniziato in Italia. Oltre alla Francia, altri nove paesi hanno già visitato come punti di partenza. Quest’anno si aggiungerà il decimo paese, la Danimarca (Copenaghen). Nel 2023 il tour inizierà all’estero, precisamente a Bilbao, nei Paesi Baschi spagnoli.


Goyan Bowman si è rotto il polso sinistro mentre andava in bicicletta in montagna

Il ciclista olandese Goyan Bowman ha il polso sinistro rotto. Un portavoce del suo gruppo Jumbo-Wisma ha detto che è caduto mentre andava in bicicletta in montagna.

Il 28enne Bouwman sarà in tournée in Svizzera da domenica e tra due settimane sarà al via della corsa su strada ai Campionati Olandesi di Drenthe. Al momento non si sa cosa farà dopo aver lasciato il posto.

Bouwman ha vinto due posizioni durante il Giro il mese scorso ed è diventato il primo olandese a vincere la classifica delle montagne.

Bouwman ha vinto la classifica delle montagne alla fine Zero.

Bouwman ha vinto la classifica delle montagne alla fine Zero. © ANP/EPA

Maxim von Giles sarà con Lotto-Saud fino alla fine del 2024

Maxim von Giles continua a sviluppare la sua carriera nel lotto-soudal. Il 22enne vincitore del Saudi Tour ha prolungato il suo contratto con la squadra belga del World Tour per due anni fino alla fine del 2024.

Con la sua tappa e il successo complessivo nel tour saudita, Van Giles ha registrato le sue prime due vittorie all’inizio di quest’anno nel suo secondo anno professionale. Dal 2018 fa parte del progetto Lotto-Saudal, inizialmente con la squadra U23.

Von Giles vuole un lavoro diurno sui terreni collinari e più progressi nelle gare per una settimana. “Voglio migliorare la mia forza attuale”, ha spiegato. “Mi piace correre per il successo in dure gare di un giorno e aumentare i miei limiti in giri brevi. Mi piace anche competere in tornei split ai Grand Tour e competere per le vittorie di tappa. Ho un buon sprint e voglio essere in una posizione per usarlo spesso.

Maxim von Giles.

Maxim von Giles. © Foto Notizie

Maxim von Giles.

Maxim von Giles. © Foto Notizie

Richard Carabas salta il tour e si concentra sul Volda

Richard Carabas salterà il Tour de France quest’estate. Il 29enne Ecuador, recentemente arrivato secondo al Giro, punta sulla Vuelta a España (19 agosto-11 settembre). “Questo è il mio obiettivo principale per tutta la stagione”. È andato in tournée l’anno scorso ed è arrivato terzo.

Carabas, che ha vinto l’oro davanti a Wood van Eart alla gara olimpica su strada dell’anno scorso, ha dovuto consegnare la maglia rosa a Jay Hindley al Giro nell’ultima giornata. Il giocatore australiano ha ottenuto una vittoria assoluta nella prova finale del Verona. Carabas, il vincitore del Giro 2019, doveva finire secondo a Hindley a 1’18”.

Ha detto in una conferenza stampa a Quito che il pilota Enios Grenadiers si allenerà nel suo paese d’origine per le prossime quattro settimane. In vista della Vuelta, che prenderà il via il 19 agosto con una cronometro a gironi a Utrecht, Carapaz vuole correre nel tour polacco (30 luglio – 5 agosto).

Carapas ha collegato la Vulta ai tour nel 2020 e nel 2021. Era sul palco a Parigi l’anno scorso con i vincitori sloveni Tadej Bokar e Dan Jonas Winggard.

Riccardo Carba.

Riccardo Carba. © Foto Notizie

Ben King si ritira a fine stagione

Benjamin ‘Ben’ King ha annunciato sui social media che si ritirerà dal ciclismo alla fine di questa stagione. Il 33enne americano ha vinto due titoli al Volda in carriera.

King ha scritto nel suo post: “Non credo che il ciclismo mi porti così lontano.” Amo ancora correre, ma voglio passare più tempo con la mia famiglia. Lungo la strada ho un coniuge, un figlio e una prima figlia. Mi piace impegnarmi in altri interessi e non vedo l’ora di nuove opportunità.

King è diventato un professionista su Radioshow nel 2011. Tre stagioni dopo, è passato alla Garmin-Sharp nel 2014. Ha anche guidato al successore Connolly negli anni successivi. Dal 2017, l’avventura di quattro stagioni è continuata con dati dimensionali e NDT. Nel 2021 ha corso con il Raleigh Racing e in questa stagione ha corso per la salute del potenziale umano.

I suoi successi includono vittorie di tappa allo US Degree (2010) e all’International Road Scale (2015) e al California Tour (2016). Nella tarda estate del 2018, ha raggiunto l’apice della sua carriera con due vittorie di tappa al Volta in una settimana.


READ  Il melograno italiano è ancora nel mercato europeo