QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tecnologia di intelligenza artificiale per combattere le malattie causate dalle punture di zanzara

Lo sviluppo di agenti repellenti per zanzare è di grande importanza nella lotta alle malattie diffuse dalle zanzare, soprattutto ai tropici. Pensiamo, per esempio, alla malaria e alla febbre dengue. Ogni anno, circa 90 milioni di persone in tutto il mondo contraggono la febbre dengue dopo essere state morsi da una zanzara. Anche il numero dei casi di malaria supera i 200 milioni. Circa mezzo milione di persone muoiono ogni anno a causa di queste malattie.

“L’attuale significa che respingere le zanzare, come il DEET, non è assolutamente ottimale”, afferma Marnix Flott, coordinatore del programma di ricerca presso Tropico.

tecnologia di intelligenza artificiale

Per combattere le malattie trasmesse dalle punture di zanzara, è importante sviluppare nuovi e migliori prodotti repellenti per zanzare. o agenti di cattura delle zanzare, che possono garantire che le zanzare vengano attirate lontano da luoghi dove ci sono (molte) persone.

In precedenza, gli scienziati dell’IA coinvolti nel progetto hanno studiato come le persone percepiscono un odore e come potevano prevedere il risultato in base alla composizione molecolare dei composti chimici di quei profumi. A questo scopo sono stati sviluppati moderni algoritmi di apprendimento automatico. TropIQ condurrà ora una ricerca sul “tipo di zanzara” per questa tecnologia. A questo scopo sono stati sviluppati modelli di machine learning. Dovrebbero prevedere come reagiranno le zanzare a tutti i tipi di sostanze chimiche volatili che odorano. Questo modulo viene quindi utilizzato per trovare repellenti per zanzare o attrattivi per zanzare.

I ricercatori dell’Università di Washington sono esperti in neurofisiologia delle zanzare. Studieranno come il sistema nervoso della zanzara elabora diversi odori – diverse sostanze chimiche – mappando le risposte neurali e comportamentali delle zanzare”, afferma Flott.

READ  Da quanto tempo conosciamo i virus? 200 anni fa non ne sapevamo nulla

Ricerca dalla seconda guerra mondiale

Durante la seconda guerra mondiale, erano già state fatte molte ricerche sul controllo della malaria. La ragione di ciò è che molti soldati americani cadono preda di questa malattia. Ciò ha portato, tra l’altro, allo sviluppo del DEET (N,N-dietiltoluamide). Dopo la seconda guerra mondiale, gran parte di questa ricerca è andata persa. Questo è stato recentemente riscoperto ed è ora uno dei pilastri della ricerca sull’IA.

“Una scoperta davvero interessante, perché al giorno d’oggi generare questa conoscenza costerebbe molti milioni. Questo ci dà un vantaggio, perché ora possiamo iniziare immediatamente ad addestrare i nostri algoritmi di apprendimento automatico con questa nuova conoscenza”, afferma Marnix Flott.

Cerimonia di apertura 2022

Vuoi partecipare anche tu alla dichiarazione di apertura per ICT e salute il 31 gennaio 2022? I biglietti sono gratuiti, ma sono già finiti! Quindi non aspettare e Registrati velocemente.