QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tentato assassinio di un membro anziano di Wagner nella Repubblica Centrafricana, secondo il capo del gruppo della Francia russa dietro l’attacco | All’estero

Venerdì il direttore di un centro culturale russo nella Repubblica centrafricana è rimasto gravemente ferito nell’esplosione di un ordigno esplosivo. Il capo di una famigerata organizzazione paramilitare russa incolpa Wagner della Francia. I francesi lo negano categoricamente.

I membri della famigerata Organizzazione Wagner si trovano nella Repubblica Centrafricana, un paese in cui la Russia ha un dito nella torta. Ieri la Francia ha ritirato i suoi ultimi soldati dalla Repubblica Centrafricana dopo anni di missione militare nel travagliato Paese, bloccato in una guerra civile dal 2013. Se ne sono andati principalmente a causa di un disaccordo con il governo sulla presenza e l’influenza di mercenari russi e wagneriani nel paese.

Dispositivo esplosivo

L’uomo gravemente ferito nell’esplosione di un pacco bomba di venerdì, Dmitry Seti, lavorava presso il centro culturale russo nella capitale, Bangui, ma si dice che abbia stretti legami con il gruppo Wagner, secondo vari media. “Il regista ha ricevuto venerdì un pacco da una persona sconosciuta. Una dichiarazione dell’ambasciata russa nel Paese africano afferma che quando ha voluto aprirlo, si è verificata un’esplosione”. Dmitry Seti è stato portato in ospedale con “gravi ferite”. I medici combatteranno per la sua vita. La CNN ha riferito che Seti, come molti dei membri di Wagner, è nel commercio di diamanti africani.


citazioni

Che per te di tutti i francesi, i russi lasceranno l’Africa

Bomba di messaggi

“terrorismo di stato”

Il fondatore del gruppo Wagner ritiene che la Francia sia responsabile dell’attacco. Secondo Yevgeny Prigozhin, Syty è riuscito a parlare del messaggio nella lettera bomba prima di svenire: “Questo è per te da tutti i francesi, i russi stanno lasciando l’Africa.”ha detto il leader del gruppo paramilitare. Pertanto, Prigozhin ha chiesto al ministero degli Esteri russo di descrivere la Francia come “sponsor del terrorismo di stato”.

L’agenzia di stampa ufficiale russa TASS ha citato le parole del vice ministro degli Esteri russo Mikhail Bogdanov: “Il tentativo di assassinare il direttore del Centro culturale russo nella Repubblica centrafricana è un atto terroristico disumano che deve essere condannato con forza”.

Una foto dell’uscita di ieri dell’ultimo soldato francese dalla Repubblica Centrafricana. © Afp

“Propaganda russa”

Venerdì il ministro degli Esteri francese ha respinto le accuse mosse dal capo del gruppo paramilitare russo. Il ministro Catherine Colonna ha detto in una risposta da Rabat, che era in visita: “Queste informazioni sono false ed è un buon esempio della propaganda russa e dell’immaginazione fantasiosa che a volte caratterizza questa propaganda”.


Delitti e saccheggi

Mosca ha inviato istruttori di addestramento in Repubblica Centrafricana nel 2018 ma, secondo la Francia e le Nazioni Unite, sono mercenari del gruppo paramilitare Wagner e dirigono il governo. La presenza di Wagner in CAR è molto controversa. L’indagine della CNN ha collegato Wagner e le entità a lui legate al lucroso commercio di diamanti in Africa centrale e alle numerose violazioni dei diritti umani nel Paese, dove i militari combattono numerosi gruppi ribelli. Wagner è anche associato alla criminalità e al saccheggio in vari paesi africani.

Il governo degli Stati Uniti sta prendendo in considerazione la designazione del gruppo Wagner come terrorista al fine di impedirne l’ulteriore coinvolgimento nella guerra in Ucraina e nei conflitti in Africa. Il mese scorso, il Parlamento europeo ha definito la Russia uno sponsor del terrorismo di stato.

uno sguardo. Il gruppo Boss Wagner manda un martello insanguinato al Parlamento europeo

READ  Nonostante l'immagine accuratamente coltivata dell'economia, le fortune di Windsor vacillano