QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“The Gang of Jan de Lichte”: “Ho colpito tutti i componenti del mostro, ma ahimè” | Guardare la guida

tvMatteo Simone come un bandito che sta nel vuoto per i perdenti della società, l’uomo sviene per meno. Puoi guardare “The Gang of Jan de Lichte” su Streamz, e infine ha debuttato su VTM domenica sera. Vale la pena aspettare questa serie con la crème de la crème del mondo della recitazione fiammingo? Bram De Brabander lo cerca in “Guardare la guida‘ davanti a voi.




La cosiddetta serie di prestigio ha raccolto polvere per anni prima di essere rilasciata al pubblico in generale: questo è altrettanto losco quanto essere bombardati di messaggi di testo caldi dal tuo capo di notte. “De Bende van Jan de Lichte” era già stato presentato tre anni fa al Film Fest Gent, ma solo ora è incluso nel palinsesto di VTM. Presumibilmente, il dramma storico doveva essere un capolavoro di Streamz, ma non sarebbe la prima volta che le emittenti lanciano superlativi per mascherare la qualità mediocre.

Ragazze orfane che corrono allo stato brado

“De Bende” è ambientato ad Aalst nel 1747 e segue Jean de Ligt (Matteo Simone), che torna alla sua culla dopo la guerra. Lì trova una povera città in rovina, dove viene utilizzato un sistema legale dubbio: “Ha rubato due conigli? Questi sono dodici colpi alla canna da zucchero e un marchio”. Alla sua testa c’è l’avido sindaco Jean-Joseph Coffin (Dirk Rothoff), che organizza feste eccentriche con ragazze orfane come cavalcate selvagge e spara una dopo l’altra arrogante: “Che importa che gli abitanti siano all’altezza del compito? Dovrebbero essere felice di avere l’acqua.” I politici di oggi penseranno la stessa cosa quando sbatteranno la testa sui nostri aumenti dei prezzi dell’energia?

READ  La selezione non è mai stata così difficile: questo è stato il primo spettacolo dal vivo di "The Voice van Vlaanderen" | tv

Come puoi vedere, De Bende van Jan de Lichte ha tutti gli ingredienti sulla carta per diventare un successo strepitoso: una trama promettente, ispirata al romanzo di successo di Louis-Paul Bon, una troupe di prim’ordine, scenografie elaborate e abiti mozzafiato. L’aspetto e l’atmosfera riportano senza sforzo gli spettatori al XVIII secolo, ma la serie non è riuscita – almeno per i primi tre episodi – a ispirare davvero. Questo perché i dialoghi sono spesso artificiosi e statici come le parrucche di alcuni attori idioti. È anche questione di cercare con una lente d’ingrandimento una trama coerente o qualcosa come un arco di tensione.

“Sono quattro anni che muoio in una grotta”, si lamenta a un certo punto de Ligt, spiegando la sua assenza. Per quanto mi riguarda, anche la sua banda avrebbe dovuto essere lasciata sullo scaffale per un po’.

Stream o navi?

Salta, a meno che tu non ami la fantasia al rallentatore fiamminga o abbia sempre sognato di vedere Bruno Vanden Broek recitare con una parrucca grottesca.

il nostro giudizio?

“The Gang of Jan de Lichte” può essere visto per intero su Streamz.

il tempo rimanente? Puoi leggere tutte le nostre recensioni qui.

Leggi anche:

riconsiderare. ‘Cheyenne & Lola’ su One: ‘Inserisce la parola ‘scoiattolo’ nel contrabbando di persone

riconsiderare. “OnlyFans: The Naked Flemish Truth”: “Deludente come una normale ricerca porno”

‘Sesso, decapitazioni e obesità’: Matteo Simone spiega perché non perdersi The Gang of Jan de Lichte