QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Thijs Zonneveld sull’ultima settimana della Vuelta: “Evenepoel è un favorito, ma sarebbe il capolinea” | piattaforma

Con l’avvicinarsi dell’ultima settimana, la Vuelta a España si avvicina al punto di ebollizione. Remco Evenepoel ha ancora un buon margine, ma ci sono indubbiamente molti giorni emozionanti davanti. “Primoz Roglic sarà ancora tutto o niente, e poi sarà alto o basso per Eveningpool”, conferma Theis Sonneveld in De Tribune.

Fai attenzione a Roglic e Jumbo-Visma

Dopo un fine settimana estenuante sulla Sierra de la Bandera e la Sierra Nevada, Remko Evenpoel è ancora 1’34” davanti a Primus Roglic.

“Penso che sarà comunque un momento clou”, afferma Thijs Zonneveld (AD), che segue la Vuelta dall’Indonesia.

“Evenepoel entra nell’ultima settimana da favorito, ma senza quella fastidiosa rottura sarebbe stato più fiducioso. Lui e la squadra hanno ridotto al minimo i danni, ma è stato chiaramente più vulnerabile negli ultimi giorni”.

“Dopo aver terminato sabato a Sierra de la Bandera, è sceso dalla moto dolorante e ho visto come doveva riposare la gamba destra. Ovviamente non vogliono che sembri debole, ma chiaramente soffriva”.

Senza questo incidente, Evenepoel sarebbe entrato nell’ultima settimana con più sicurezza.

Thijs Zonneveld in The Tribune

I piloti verranno mostrati l’ultima settimana di domani, ma sulla carta è “più facile” rispetto agli anni precedenti: “Le prove più difficili sono già state superate”, continua Sonnefeld. “Non ci sono molte partite in cui puoi perdere molto tempo”.

“Sulla carta la tappa di sabato è la più pericolosa, ma se la concorrenza vuole ottenere la vittoria assoluta, deve provare qualcosa in anticipo”.

Il più grande contendente sarà ovviamente Primoz Roglic: “Jumbo-Visma ci riproverà sicuramente. Roglic ha già 3 vittorie finali nel suo record e non è preoccupato per un posto sul podio”.

“Dopo il suo duro incidente durante il tour, questo non è sicuramente il migliore di Roglic, ma è mentalmente forte e ha esperienza. Questo lo rende pericoloso e sicuramente giocherà tutto o niente… sotto”.

“E Movistar? Non è proprio qui che ci sono le grandi menti tattiche al volante”, ride Zonneveld.

“Enrique Mas spera senza dubbio che Alejandro Valverde si sacrificherà un giorno, ma lo fa raramente. Di certo non farebbe una cosa del genere con tutto il cuore”.

Roglic può ancora ribaltare la situazione nell’ultima settimana?

Evenepoel trasformazione e squadra forte

Dopo il ritiro dall’anno scorso al Giro, alcuni hanno già messo in dubbio le capacità di Remco Evenepoel come pilota di circuito. Sembra che stia spingendo quei dubbi con le sue stesse mani alla Vuelta. Una trasformazione che impressiona Zonneveld.

“È molto intelligente nel modo in cui affronta le sue debolezze. Al Giro dell’anno scorso era chiaro che aveva problemi con le discese e le salite ripide e ha iniziato a lavorarci sodo. La competizione per le salite ripide”.

“La sua curva di apprendimento è eccezionale ed è il segno distintivo di grandi star. È un’arte di esaminare le proprie debolezze ed essere in grado di cancellarle rapidamente”.

Anche il vincitore della Liegi-Bastogne-Liegi all’inizio di quest’anno è più calmo: “Non si comporta in modo strano e non rilascia interviste strane. Tutto sembra sotto controllo e questo ovviamente arriva con l’età”.

“Potremmo anche dimenticare tutti com’era giovane quando si è rotto. Da giovane, non è una brutta cosa andare male. Sta solo diventando più grande con lui perché è così bravo”.

Non si comporta in modo strano né rilascia interviste strane, Evenepoel sembra avere il controllo di tutto.

Thijs Zonneveld in The Tribune

Oltre allo stesso Remco Evenepoel, fa bella figura anche la sua squadra: “Nella prima settimana sembrava un po’ traballante ogni tanto, ma nel frattempo stanno facendo un ottimo lavoro anche dopo il ritiro di Julian Alaphilippe”.

“Jumbo-Visma potrebbe essere un po’ più forte, ma non fa molta differenza. La squadra di Evenepoel è molto forte e dovrebbe essere abbastanza brava per respingere gli attacchi della concorrenza in media montagna”.

Anche Louis Vervaijk ha davanti una settimana molto importante.

Prima l’ultima settimana alla Vuelta, ovviamente, ma De Tribune ha anche guardato a cosa attende Evenepoel nelle prossime stagioni.

Thijs Zonneveld terrà Remco Evenepoel lontano dal tour per almeno un altro anno: “Al momento non l’avrei ancora fatto. Durerà almeno altri 10 anni ed è questione di non bruciarsi”.

“Evenepoel è un talento davvero impressionante. Vuole tutto veloce, ma magari rallentarlo e vedere come può ottenere il massimo dalla sua carriera. Potrebbe essere saggio mandarlo di nuovo al Giro l’anno prossimo. Il tour è davvero molto bello, molto diverso dalla Vuelta”.

Ascolta l’intera puntata di De Tribune

giro Data Tipo di guida L’inizio della fine il totale vincitore capo
1 Squadra a tempo di prova Utrecht – Utrecht 23,3 km TJV Ufficio Direttore
2 corsa su strada ‘s-Hertogenbosch – Utrecht 175,1 km Bennett Teunissen
3 corsa su strada Breda – Breda 193,2 km Bennett convergenza
4 corsa su stradastadio semimontano Vitoria-Justice – LaGuardia 152,5 km coraggioso coraggioso
5 corsa su stradastadio semimontano Irun – Bilbao 187,2 km Sóller Germano reale
6 corsa su stradatappa di montagna Bilbao – Pico Jano 181,2 km vite Evenbol
7 corsa su stradastadio semimontano Camargo – Cisterna 190 km hirada Evenbol
8 corsa su stradatappa di montagna Collau Fancuaya 153,4 km vite Evenbol
9 corsa su stradatappa di montagna Villaviciosa – Les Prires 171,4 km Mintjes Evenbol
10 Cronometro unico Elche – Alicante 30,9 km Evenbol Evenbol
11 corsa su strada Alama de Murcia – Cabo de Gata 191,2 km boschetti Evenbol
12 corsa su stradastadio semimontano Salobrina – Peñas Blancas 192,7 km carabaz Evenbol
13 corsa su strada Ronda – Montella 168,4 km Pedersen Evenbol
14 corsa su stradatappa di montagna Montoro – Sierra de la Bandera 160,3 km carabaz Evenbol
15 corsa su stradatappa di montagna Martos – Sierra Nevada 152,6 km Erenmann Evenbol
16 corsa su strada Sanlucar de Barrameda – Tomaris 189,4 km
17 corsa su stradastadio semimontano Aracena – Monasterio de Tentudia 162,3 km
18 corsa su stradatappa di montagna Trujillo – Alto de Purnal 192 km
19 corsa su stradatappa di montagna Talavera de la Reina – Talavera de la Reina 138,3 km
20 corsa su stradatappa di montagna Moralzarzal – Puerto de Navacerrada 181 km
21 corsa su strada Las Rozas Madrid – Madrid 96,7 km
READ  'KDB Returns': Guardiola elogia De Bruyne dopo la grande vecchia prestazione | premier League