QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Thomas van der Pletsen spera di vincere i Mondiali di atletica leggera, ma: “Come faccio a stare davanti al mondo senza un allenatore?” | Atletica

Thomas van der Pletsen si sta ancora riprendendo completamente dall’infortunio al tendine del ginocchio che ha subito durante le Olimpiadi. Tuttavia, vuole esserci la prossima estate ai Mondiali di atletica leggera di Eugene. “Mi sto ancora divertendo”, ha detto a Sporza il giocatore di Decimal.

Nel 2021 Thomas van der Plaitsen ha dato il meglio di sé nel decathlon a Gotzes, ma a Tokyo non è arrivato al traguardo a causa di un grave infortunio al tendine del ginocchio. Da allora, Van der Plaetsen ha lavorato al suo ritorno.

“Fisicamente, le cose stanno andando abbastanza bene in questo momento”, afferma Van der Plaetsen. “Il processo di riabilitazione sta procedendo senza intoppi, anche un po’ prima del previsto”. “Non posso ancora fare tutto. Lancio di nuovo e posso anche saltare un po’. Tra qualche settimana torno anche a correre”.

“Le cose stanno migliorando. Sono contento di essere tornato al lavoro, anche nella vita di tutti i giorni. Nei primi mesi non era così”.

Ho passato un periodo difficile. Con la meditazione riuscivo a tenere tutto in ordine. Lo faccio da un decennio.

Thomas van der Pletsen

Van der Plaetsen non nasconde di aver faticato dopo partite deludenti. “Non pensavo di fermarmi, ma ho attraversato un periodo difficile”, ammette. “Mi sono perso il momento più importante della mia carriera. Avevo bisogno di tempo per postarlo tutto”.

Da allora questo è stato ottenuto, in parte, attraverso la meditazione. “Lo faccio da circa dieci anni ormai. Se stai agonizzante sul divano, devi fare qualcosa con i tuoi pensieri. La meditazione è un buon modo per tenere tutto in ordine. Trovo sempre tempo per questo.”

READ  Louis Cronin vola di misura in semifinale nei 200 m farfalla | le Olimpiadi

Van der Plaitesen ha già avuto la sua parte di infortuni. Come lo affronta? “C’è sempre paura di infortunarsi. Ma a Tokyo non avrei fatto nulla per evitarlo. È stata solo sfortuna. È frustrante, ma rischio comunque di infortunarmi”.

Thomas van der Pletsen

“Come posso rimanere in cima al mondo senza un allenatore?”

Oltre all’infortunio alle Olimpiadi, Thomas van der Plaitsen ha ricevuto un secondo colpo: Sport-Valander ha annullato il contratto del suo allenatore e del fratello Michael.

“Come posso rimanere al vertice del mondo senza un allenatore? Ho fatto la mia terza prestazione l’anno scorso in Europa. Quindi si può dire che mio fratello ha ottenuto qualcosa come allenatore. È stato informato solo alla fine di dicembre, quando il nostro inverno le sessioni di allenamento erano già iniziate da due mesi. Certo. Tutto tranne che ideale. “

Rimane tranquillo anche nella Flemish Athletics League (VAL). “Non c’è nessun aiuto da parte della federazione per compensare la perdita del contratto del mio allenatore”, sembra. “La loro storia è che vogliono concentrare tutto su Gent, ma non è altro che un allenamento combinato più una sessione fisica a settimana”.

La Coppa del Mondo di Eugene è la mia motivazione.

Thomas van der Pletsen

Van der Plaetsen vive anche nell’incertezza sul suo budget al VAL. “E’ la fine di gennaio e non è ancora chiaro quanti soldi siano stati risparmiati per me come atleta quest’anno. Al massimo 6000 euro. Verrò a pagare la mia formazione da allenatore? Non ne ho idea”.

“In questo momento, queste sono domande più grandi per me: se sto pensando a Parigi 2024 o quanto durerò. Fisicamente penso di poter andare avanti ancora per qualche anno e sto anche facendo progressi tecnici . È stato il mio anno migliore l’anno scorso, questo dice qualcosa. “Mi piace ancora farlo”.

“Resta da vedere quanto velocemente mi riprenderò dall’infortunio. Il Mondiale di Eugene è la mia motivazione. È quasi impossibile, ma è il mio obiettivo. Se riesco a mantenere tutto tecnico, spero di superare gli 8000 punti fino ad ora possibile. . Non mi sento come se fossi progredito. Età a tutti a 31 pollici, questo sembra combattivo.

Guarda la conversazione completa con Thomas Van der Plaetsen