QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tim Bury di Roeselare vince a sorpresa la sua terza stella Michelin, Comme Chez Soi perde la sua seconda stella

Sorpresa: Tim Boury di Roeselare ha vinto la sua terza stella Michelin. Lui lei super momento L’organizzazione stessa sembrava sorprendere, perché la foto di gruppo con gli altri ristoranti a tre stelle Hove Van Cleef & Zelty era appena stata scattata quando Tim Bury è stato chiamato sul palco. Comme Chez Soi perde la sua seconda stella Michelin e reagisce con delusione.

Viki Geunes van Zilte ad Anversa e Peter Goossens di Hof van Cleve a Kruishoutem sono riusciti a tre stelle riservare. Sono stati subito accolti da una standing ovation da parte del pubblico. Così Peter Goossens resta il re della gastronomia belga: è la diciottesima volta che riesce a mantenere le sue tre stelle. Inoltre, molti degli chef che oggi possono salire sul palco, un tempo erano nella sua cucina. “Questa è la cosa grandiosa dell’essere un insegnante, che puoi garantire il futuro”, ha detto Goossens.


Tim Bury, nuovo chef a tre stelle.

Foto: Stefan Bell

E poi la trama si sviluppa: dopo che era già stata scattata la foto di gruppo, è improvvisamente emersa la notizia che anche lo chef Tim Bury del Restaurant Boury di Roeselare avrebbe ricevuto una terza stella. Lo spettacolo strettamente orientato al Theatre Royal di Bergen ha ancora le sue sorprese. Il nuovo chef tre stelle non se lo aspettava, risponde a un giornale gemello Giornale† Il rumor è andato a gonfie vele negli ultimi giorni. Ma non sapevamo niente.

La seconda sorpresa è arrivata dal Comme Chez Soi di Bruxelles. Anche prima che le stelle venissero ufficialmente premiate, il ristorante ha annunciato in un comunicato stampa che stava perdendo la sua seconda stella Michelin. “Siamo molto sorpresi di apprendere che il nostro ristorante è stato privato della sua stella Michelin”, ha affermato lo chef Lionel Rigolet. “Vogliamo ringraziare il nostro meraviglioso team, i clienti fedeli, gli amici e la famiglia per il loro incrollabile supporto nei momenti belli e brutti: la loro presenza arriva dritta ai nostri cuori e merita tutte le stelle del mondo. Comme Chez Soi è prima di tutto una casa che ama per favore avere e condividere. Sempre e sempre sarà.’

Tim Boury ha svolto il suo primo stage presso Comme Chez Soi, quindi è un vero peccato che il ristorante abbia perso una stella. “Ho imparato molto lì”, dice.

Il 2 stelle Michelin Vai in questi ristoranti:

  • Thijs Vervloet del Ristorante Colette – De Vijvers ad Averbode è un nuovo arrivato nel cielo a due stelle. “È stato un viaggio infernale”, ha detto, “ma siamo arrivati ​​al nostro obiettivo”. “Questo è il top, semplicemente fantastico.”
  • Anche Yves Matani di La Villa Lorraine di Yves Matani a Bruxelles ha ricevuto due stelle. La gastronomia “La grande dame” funzionerà presto indietro Dopo aver perso le sue tre stelle una per una.
  • Il duo Gert De Mangeleer e Joachim Boudens del Restaurant Hertog Jan di Botanic ad Anversa è stato premiato ancora una volta. Dopo Hertog Jan a Bruges, gli chef sono andati a ricaricare le batterie e gli ispettori Michelin lo hanno chiaramente apprezzato.

Almeno sedici casi saranno ricevuti quest’anno prima stella

  • Robin cristiani del ristorante Vintage a Kontich. Lo chef 25enne è stato anche nominato Young Chef of the Year.
  • Alex Verhoeven al Heart Restaurant Turnhout
  • Marius Busmans al ristorante Arden di Villiers-sur-Lys
  • Thomas Deberslaut di Fine Fleur ad Anversa
  • Frederic Doug del Ristorante In den Hert a Wannegem-Lede.
  • Maxence Bouralha e Charles Maxime Legrand del Quai No. 4 Restaurant at
  • Dimitri de Koninck al ristorante Nybo di Anversa
  • Lode De Roover del ristorante Fleur De Lin di Zele
  • Ryôdo Kajiwara al ristorante Ryôdô in Lussemburgo
  • Ken Verschuren del Ristorante Tinelle a Mechelen. Questa è la seconda volta che lo chef ottiene la prima stella per un ristorante dove lavora come chef.
  • Martijn Defauw del Ristorante Rebelle a Marke
  • Gary Kirchens ad Aurum di Gary Kirchens a Ordingen
  • Julien Lucas a La Villa de Camille et Julien in Lussemburgo
  • Simon van Don al Dim Dining di Anversa
  • Michel de Bruyne del ristorante Sense di Waasmunster
  • Thomas Tropin del ristorante Touma di Liegi. Ha anche vinto una stella verde per “Inspiring the Gastronomy of Tomorrow”.

Il Premio Sommelier va a Maxime Sanzot di Racines a Floreffe.

L’elenco completo è Può essere trovato qui

Piccola Golosa

Bib Gourmand è composto da una selezione di ristoranti che offrono un ottimo rapporto qualità-prezzo. Quest’anno sono 24:

Strophilia a Bruxelles, Bizzy Lizzie ad Anversa, n.d. 12 di Helsen a Herentals, La Fermette des Pins a Buvrinnes, La Cantinetta a Grivegnée, Jeux de Goûts a Orchimont, Fico a Ixelles, Instroom ad Anversa, Monsieur V a Linkebeek, Fleur de Sel a Komen-Wasten, Le Sixième a Geldenaken, Table Rase a Polleur, Bottega Vannini a Woluwe-Saint-Pierre, Bistrot Benoit ad Anversa, Antonio Morreale a Sterrebeek, Le Grand Pré a Erquelinnes, L’entretien a Leuze, Le Grand Maur a Spa, Bistrot L’îlot ad Anversa, Prendere il sole Bar a Gent, Mainoï a Braine-l’Alleud, La Fermette a Falaën, Origins a Mons, Cuisine & Nous a Tilff.

READ  Sven de Liger perde il nascituro, fan dei Cesca Shooters...