QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tim Merlier perde a zero nella Tirreno-Adriatico, Tadej Poujacar conquista il secondo posto | Tirreno – Adriatico 2022

Caleb Ewan Trovò così infida la strada per la tappa più lunga del Tirreno, ma Lotto-Sudal prese sotto la guida tutto il giorno.

La squadra belga ha neutralizzato quasi da sola una fuga di 1 colombiano e 4 italiani.

I 2.000 m nella seconda parte di questa tappa sembravano rompere Mark Cavendish, ma il britannico è sopravvissuto alla caduta e ha avuto un’altra possibilità sulla carta.

Anche se non tutti vogliono lanciarsi in una carneficina: Mark Soler si difende con un attacco negli ultimi 20 chilometri come un demone in una linea di acqua santa per evitare un nemico veloce.

seguaci del pericolo Tadej Pojjakarche con tutta la sua astuzia catturò un secondo nel nemico medio, fu ripulito dalle mine a 3 km dalla fine.

Le magliette rosse belghe avevano già scagliato contro il nemico le loro migliori frecce: Ewan era scomparso al momento della verità.

Quick Step-Alpha Vinyl ha cambiato la pistola dalla spalla e ha sparato al comandante supplente Davide Ballerini.

Non ha storia contro Tim Merler, che era la più prominente nella pericolosa curva interna. Jonkie Olav Kooij aveva in serbo un’ottima selezione, ma è arrivato troppo tardi.

“È davvero bello”, ha detto Tim Merler in una rapida intervista. “La mia forma è andata bene per un po’, ma non si è davvero tradotta in risultati.”

“E’ stato molto frenetico in finale. Ho dovuto sopportare di salire e poi ho dovuto fidarmi dei miei compagni di squadra. E ha funzionato davvero bene”.