QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tom e suo fratello Wim di Ruiselede stanno sviluppando insieme un nuovo trattamento per il cancro: “Siamo così integrati”

Wim Vanden-Berghi e Tom Vanden-Berghi sono due fratelli di Rossellide. Niente di speciale in sé e per sé. Se non fosse per il fatto che stanno facendo ricerche sul cancro insieme all’Università di Anversa e hanno recentemente scoperto un nuovo tipo di cura del cancro: il trattamento della “ruggine”. Tuttavia, la loro ricerca ha assunto una dimensione aggiuntiva. Quattro anni fa, a Tom è stata diagnosticata la leucemia cronica.

Registrati una volta e leggi subito.

Ora accesso gratuito per 30 giorni a tutti gli articoli aggiuntivi e accesso sempre agli articoli gratuiti.

I due fratelli possono lavorare insieme, ma ciascuno di loro viene studiato da un’angolazione completamente diversa. “Ricerco principalmente come i materiali vegetali medicinali possono combattere le cellule tumorali aggressive”, afferma Wim. Ad esempio, lui e i suoi colleghi hanno scoperto l’effetto della Withaferin A, una sostanza che si trova nell’inverno indiano, sulle cellule tumorali resistenti alla chemioterapia. “Quindi sto cercando nuovi tipi di molecole chimiche vegetali che potrebbero avere un effetto interessante sui farmaci antitumorali”, riassume Wim in modo succinto. D’altra parte, ComplementaryTom è specializzato nel decifrare come queste sostanze uccidono una cellula cancerosa. Studia esattamente come si può distruggere una cellula cancerosa o come le cellule cancerose possono sfuggire ai meccanismi di uccisione cellulare, ad esempio utilizzando la nanotecnologia e il trattamento della “ruggine”. “Dove finisce il mio lavoro, Tom in realtà continua”, dice Wim, ridendo, “quindi potresti dire che siamo tutti insieme”. I due non devono distogliere lo sguardo dal motivo della loro ricerca. Dopotutto, nel 2017 a Tom è stata diagnosticata la leucemia cronica. “Mi ha colpito duramente”, dice. “Il professore con cui Wim lavorava da anni e che avevo già incontrato io stesso, ora era al mio capezzale. Di solito andiamo dai medici a raccogliere campioni di cancro per la ricerca, ma all’improvviso li ho presi”. pillola ogni giorno che i miei colleghi e le persone che conosco hanno contribuito. Ecco perché voglio restituire qualcosa prima che andrò in pensione. Ci sono sacerdoti che hanno sviluppato qualcosa che mi tiene in vita. Ecco perché voglio contribuire con qualcosa. Tuttavia, lo stesso Tom non sta facendo ricerche sulla sua forma di cancro. “Avrei potuto e ci avrei pensato per un po’”, ammette. “Dopotutto, devo prendere le pillole per tutta la vita, ma la malattia è ancora sulla mia testa come la spada di Damocle e devo sperare che il trattamento continui a funzionare. Quindi ho pensato di iniziare a ricercare quale forma di cancro ho, e cercare altre cure o cure, ma alla fine è meglio non farlo». D’altra parte, diventa molto personale. Allora affidati a te stesso e se non ci riesci, sarà un’enorme delusione. Non leggo più niente sul cancro. Credo nei medici e nei ricercatori”. Quindi non c’è un’enorme pressione su suo fratello. Perché sebbene Wim non lavori esattamente sul tipo di leucemia di Tom, nel processo può capire cose che potrebbero funzionare con suo fratello. Anche se questo Non provoca un enorme stress, dice Fem. “Il vantaggio” dice è che in realtà esiste un trattamento per Tom che funziona bene. Questo fornisce una certa tranquillità. Anche se c’è ancora una forte spinta per ottenere risultati. Perché sebbene la sua vita non dipenda da ciò che uno dei miei esperimenti ha funzionato o meno, più opzioni di trattamento “arrugginiscono” per il cancro, più opzioni di trattamento ci saranno in futuro.” (TM) Vorresti saperne di più (https ://www.vanden-berghe-lab.com) /) Oppure dai il tuo contributo? Questo è possibile! Twitter: https://twitter.com/UAntwerpenfonds/status/1486648371238653960?

READ  Viola Holt pensa di essere calamitato dopo essere entrato in contatto con il vaccino