QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tragedia d’Italia. Quattro volte campione del mondo, punta alla Coppa del Mondo. ‘Un disastro sportivo, un nuovo lato nero’

Ancora una volta le cose sono andate male per l’Italia. Nel 2018, la Svezia ha impedito ai campioni del mondo del 1934, 1938, 1982 e 2006 di raggiungere la Coppa del Mondo e la Macedonia del Nord è diventata l’ostacolo più difficile da superare per il Qatar. “Lo sport è un disastro per un paese in cui il calcio è una religione”, afferma il giornalista sportivo Willem Haag. “Dopo aver vinto l’Europeo 2020, le aspettative per la Coppa del Mondo erano alte. È stata una vera sorpresa che non fossimo lì”, ha detto l’attivista Pino Dharani.

Cosa è andato storto con l’Italia?

“Era già qualificato”, dice Hawke. La Svizzera ha vinto il girone e l’Italia ha dovuto raggiungere il Mondiale attraverso gli spareggi. Il Portogallo deve essere affrontato in questo. Era visto come un compito difficile, ma prima doveva essere sconfitta la Macedonia del Nord, ed era data per scontata. Beh, è ​​lì che è andato tutto storto”.

(Il testo continua sotto l’immagine)

Giornalista sportivo ed esperto di calcio italiano Willem Haag.© Immagine propria

“Due anni fa sono andato in ristoranti italiani nei Paesi Bassi con gli amici per guardare le partite in Italia. Ci siamo lasciati quando abbiamo vinto l’Europeo. Essendo al sesto posto, tutti si aspettavano che fossimo in questa Coppa del Mondo”, afferma Dharani.

Qual è la reazione del pubblico a questa nuova truffa?

“Jorginho in particolare è stato accusato”, dice Dharani. “Ha sbagliato due volte un rigore contro la Svizzera”, aggiunge Hogg. “Era conosciuto come uno specialista, ma quando per due volte non riesci a essere un grande rigorista in un momento cruciale come questo, ce l’hai fatta”.

Eppure Dharani afferma che Jorginho non è l’unico critico. “La retroguardia sta invecchiando, abbiamo sempre un buon attaccante, ma non è più così da otto-dieci anni. Ciro Immobile non può portare in Nazionale quello che può fare al suo club. E nel a centrocampo non abbiamo un giocatore come Del Piero o Totti, un vero numero 10. Fa tutto. La ristrutturazione della rosa sta andando bene. Non è il Mondiale, ma l’Italia è in semifinale di Nations League .

Non ha chiesto al capo dell’allenatore nazionale?

Su giornali come la Gazzetta dello Sport si parlava di ‘una nuova pagina nera’ e il Paese non poteva sprofondare di più. Ma Roberto Mancini c’è ancora. Nel 2018, dopo aver saltato la Coppa del Mondo, ha preso la squadra come punto oscuro. Voleva rilanciare la squadra. E ci è riuscito: ha stabilito la striscia di imbattibilità più lunga e ha vinto l’Europeo. Nonostante abbia perso la Coppa del Mondo, la gente non se ne è dimenticata subito. “Mancini ha il riconoscimento del sindacato e del popolo”, insegna Hogg.

(Il testo continua sotto l’immagine)

Pino Tarani (a sinistra) con un amico durante un’amichevole tra Olanda e Italia. “Certo che l’Italia ha vinto 1-2…”© Immagine propria

Il suo predecessore Giampiro Ventura ha fatto molto diversamente. “Era accusato di tante colpe e non si vedeva da nessuna parte. Mancini ha detto che stava pensando lui stesso al licenziamento, ma ora è stato molto doloroso andarsene. Voleva godersi la ripartenza e vincere di nuovo l’Europeo.

La Coppa del Mondo è attualmente in pieno svolgimento. I televisori vengono venduti all’ingrosso in Italia?

“Durante gli Europei oi Mondiali, in Italia non è come in Olanda, dove ci sono bandiere ovunque e la gente si mette in testa mazzi di carote”, ride Darani. “Lo vedono le prime partite e le bandiere escono solo quando inizia a sventolare. Adesso lo vedono anche le persone, perché gli italiani vanno matti per il calcio, ma meno. Nei media l’attenzione è rivolta soprattutto ai giocatori della I Mondiali giocano in Serie A. Oppure sono di nuovo in forma.La gente si preoccupa più della Serie A che dei Mondiali.

Perdere la terza Coppa del Mondo consecutiva, è possibile?

“No, non puoi”, dice Dharani. “Questo è quello che ci siamo detti dopo l’ultimo Mondiale. Ma no, non puoi”.

Hawke: “Potrebbe succedere in qualsiasi grande paese del calcio. Se finisci in un gruppo con un buon paese, puoi ottenere il secondo posto. E tutto è possibile nei playoff. E l’Italia è brava, ma non quanto i migliori giocatori del mondo nel 2006. Non otterranno neanche quello tra due anni. Tra quattro anni? Forse.”

READ  I Yellow Tigers non possono fare acrobazie contro l'Italia nell'ottavo di finale del Campionato Europeo di Pallavolo