QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tre uomini negli Stati Uniti accusati di aver rubato i documenti degli Eagles | spettacolo

Martedì il Dipartimento di Stato di New York ha accusato tre persone di possesso e vendita di quasi 100 pagine di note scritte a mano e testi di canzoni per l’album di successo degli Eagles, “Hotel California”.

Secondo l’accusa, i tre uomini – Glenn Horowitz, 66 anni, Craig Inciardi, 58 e Edward Kosinski, 59 anni – sapevano che i documenti erano stati rubati, ma hanno comunque cospirato per venderli. Tutti e tre si dicono innocenti.

Si dice che le note e le trascrizioni del co-fondatore degli Eagles Don Henley abbiano un valore totale di oltre $ 1 milione (circa € 1 milione). Include testi scritti a mano per “Hotel California” e “Life in the Fast Lane”.

Rubato alla fine degli anni Settanta

Secondo i documenti del tribunale, gli uomini hanno detto alle case d’asta e ai potenziali acquirenti di aver acquisito il materiale originale del nastro da Henley. Hanno presentato documenti falsi su questo argomento. In effetti, un biografo della band ha rubato i manoscritti alla fine degli anni ’70. Li vendette a Horowitz, che a sua volta li vendette a Insiardi e Kosinski. Henley ha chiamato la polizia quando i membri della band hanno scoperto che Inciardi e Kosinski erano in possesso dei documenti.

“New York è un centro globale per le arti e la cultura e chiunque desideri commerciare oggetti culturali qui dovrebbe seguire da vicino la legge”, ha affermato il procuratore generale Alvin Bragg. “Questi imputati possedevano manoscritti unici e di valore, quando sapevano di non avere il diritto di farlo. Hanno inventato storie sulla fonte dei documenti in modo da poter realizzare un profitto”.

Gli avvocati dei tre imputati hanno promesso di “combattere energicamente queste false accuse”.

READ  Kim Kardashian fallisce l'esame di legge per la seconda volta: 'Brumbled molto duro' | spettacolo