QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Trova una casa presso un fornitore di maschere per la bocca del governo

La corte è stata invasa da un fornitore lussemburghese che ha fornito al nostro Paese 15 milioni di maschere per la bocca.

Martedì, un tribunale di Bruxelles ha ordinato ispezioni presso la società lussemburghese Avrox, che ha fornito allo Stato belga 15 milioni di maschere per la bocca. A giugno era già stata aperta un’indagine sulla vendita delle maschere. Le ricerche sono state coordinate da Eurogest e sono state condotte in diversi paesi. Secondo il giornale Sera, Che ha portato le notizie in linea, incluse le ricerche domestiche in Lussemburgo. La Procura della Repubblica di Bruxelles ha confermato le ispezioni, ma non ha voluto fornire ulteriori dettagli. Secondo il pubblico ministero, ciò riguarda, tra le altre cose, le indagini su falsificazione di documenti, uso di documenti falsi, frode, riciclaggio di denaro e ostacolo alla libertà di vendita all’asta o di registrazione.

Il governo Wilmès ha promesso a tutti i belgi di indossare una mascherina di stoffa per la bocca alla fine di aprile 2020. La difesa ha successivamente pubblicato una gara d’appalto pubblica. Il contratto è stato aggiudicato a due società, tra cui Avrox.

Nocivo durante l’uso

Diverse aziende hanno protestato contro questo in quel momento. C’erano molte domande sull’azienda, inclusa l’esperienza che affermava di essere in grado di fornire. L’azienda non ha risposto alle nostre domande.

Alla fine di febbraio si è saputo che le maschere Avrox Potenzialmente dannoso per la salute. Quindi Sciensano ha consigliato, sulla base di una prima indagine del Consiglio Supremo della Sanità (SHC), di non usare più le maschere. Le maschere per il viso contengono nanoparticelle di argento e ossido di titanio. Il rapporto SHC non ha escluso la possibilità di superare i THC durante l’uso.

READ  "Biden vuole raddoppiare le tasse sulle plusvalenze per i ricchi" all'estero