QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un importante studio sulla relazione tra veleno follicolare e disturbi del ritmo cardiaco, a cui tutti possono partecipare

La professoressa Bianca Brunel indagherà l’effetto delle tossine agricole sulle aritmie. immagini di pubbliche relazioni

Smackman

Quartiere

La professoressa di Amsterdam Bianca Brundel condurrà un importante studio sulla relazione tra uso di pesticidi e aritmie cardiache. Ha lavorato all’UMC Amsterdam per un quarto di secolo sulle cause e il trattamento delle aritmie e la ricerca di laboratorio ha trovato indicazioni che i pesticidi svolgono un ruolo in questo. Le lezioni inizieranno a settembre e chiunque potrà partecipare.

Brundel inizialmente vuole concentrarsi sulle persone che lavorano nell’agricoltura e nell’orticoltura e che lavorano regolarmente con le tossine agricole. Ma vuole anche coinvolgere le persone che vivono (vicino) alle aree in cui vengono spruzzate le tossine. Brundel inizia la ricerca con la Drenthe Meten = Weten Citizens Initiative, che è profondamente preoccupata per le conseguenze sulla salute dell’uso di pesticidi per coltivare tulipani.

Gran parte del veleno viene utilizzato anche per coltivare bulbi da fiore nella regione polinestrica, e qui possono prendere parte al progetto circolare anche persone con o senza aritmie. Brundel lavora con ricercatori dell’Università di Amsterdam, Erasmus MC, UMC Utrecht, WUR (Wageningen Agricultural University), Saxion University of Applied Sciences e varie aziende.

Nei Paesi Bassi, 345.000 persone soffrono di aritmie e, secondo Brundelle, ogni anno se ne aggiungono 45.000. Questi disturbi aumentano il rischio di ictus e possono anche causare insufficienza cardiaca. Ora che la ricerca di laboratorio ha dimostrato che i pesticidi possono causare aritmie, Brundle ha ricevuto supporto per ulteriori ricerche sulla questione.

Secondo i dati di Statistics Netherlands, la coltivazione dei tulipani a Drenthe è un’anomalia quando si tratta dell’uso di veleno con una media di 125 chilogrammi per ettaro all’anno. Con i tulipani in piena terra, una media di 25 chili. In media, l’uso nel trapianto di bulbi è di 52 chilogrammi per ettaro. Oltre al suo utilizzo in piena terra, è ampiamente utilizzato nelle serre. Con crisantemi e rose, si tratta di circa 80 chilogrammi per ettaro all’anno.

Morbo di Parkinson

I pesticidi sono stati collegati al morbo di Parkinson in precedenza. Ci sono crescenti indicazioni di questo. Quindi la Parkinson’s Society ha chiesto il bando del mancozeb tossico ampiamente utilizzato. I comuni di Bollenstreek vogliono coltivare bulbi senza usare tossine. Heiligum ha incluso nella sua visione ecologica che l’agricoltura dovrebbe svolgersi senza tossine entro il 2030. Inizialmente non la conteneva, ma ha deciso di eliminarla a novembre su iniziativa del CDA. Solo PvdA voleva mantenersi entro il 2030.

Le persone che desiderano partecipare allo studio possono compilare un questionario a: https://afiponline.org/nl

READ  RIVM: "Sono contento che le previsioni si siano avverate, questa è una buona notizia"