QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un malato di cancro viene trattato con cellule staminali delle ghiandole salivari

UMCG

NOVITÀ

Questa settimana, il Centro medico universitario di Groningen (UMCG) ha trattato un paziente con cellule staminali delle sue ghiandole salivari. UMCG afferma di essere il primo ospedale nei Paesi Bassi a eseguire questo trattamento.

Mercoledì scorso, un uomo di 43 anni è stato curato. Gli è stato diagnosticato un tumore alla lingua all’inizio di quest’anno. È stato operato all’UMCG, durante il quale sono state rimosse parte delle sue ghiandole salivari. Le cellule staminali sono state coltivate dalle ghiandole salivari rimosse.

Con quelle mini ghiandole salivari trapiantate, o organelli delle ghiandole salivari, l’uomo ha ripristinato le proprie cellule attraverso un’iniezione. Con questo dovrebbe lavorare di nuovo sulle sue ghiandole salivari e non soffrire di secchezza delle fauci.

L’ospedale scrive che ogni anno circa 2.500 persone sviluppano il cancro nella regione della testa e del collo. Molti pazienti possono essere trattati con radiazioni, ma nel 40% di essi le ghiandole salivari non funzionano più correttamente dopo il trattamento.

Seguito dello studio

Resta da vedere se il trattamento funzionerà. Rob Kobis, professore di radioterapia all’UMCG, spera di riuscire a capirlo l’anno prossimo.

“Questo studio dovrebbe servire come ‘prova di principio’ che tale trattamento è possibile e sicuro. Se troveremo un effetto positivo, tratteremo in uno studio di follow-up pazienti con altri siti tumorali che sono anche a rischio di sviluppare xerostomia dopo la radioterapia .”

“Inoltre, in caso di successo, la cosiddetta tecnologia degli organoidi potrebbe essere applicata anche ad altri tessuti”.