QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Un medico nello Yemen vede con le lacrime agli occhi come si sta diffondendo il colera”.

“Un medico nello Yemen vede con le lacrime agli occhi come si sta diffondendo il colera”.

C’è una nuova epidemia di colera nello Yemen. La giornalista Daisy Mohr e la fotografa Edme van Rijn per NOS in un ospedale di Aden hanno osservato un medico ricevere un paziente dopo l’altro.

Il paese si trova nel sud-ovest della penisola arabica e confina a nord con il Regno dell’Arabia Saudita e a est con il Sultanato dell’Oman.

Le Nazioni Unite hanno recentemente espresso preoccupazione per il “rapido peggioramento” dell’epidemia di colera nello Yemen, con oltre 40.000 casi sospetti da ottobre, soprattutto nelle aree controllate dai ribelli Houthi.

“Siamo profondamente preoccupati per il rapido peggioramento dell’epidemia di colera: sono stati segnalati 40.000 casi sospetti e oltre 160 decessi, un “forte aumento” da questo mese, ha affermato Martin Griffiths, capo dell’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari. (OCHA), ha detto al Consiglio di Sicurezza il passato.

Ha sottolineato che “la maggior parte di loro si trova nelle aree controllate dagli Houthi, dove ogni giorno vengono segnalati centinaia di nuovi casi”.

Il conflitto di Saada ha dominato la storia moderna dello Yemen. La minoranza Zaidi nel nord era stata emarginata per anni dal governo di Saleh (anch’egli sorprendentemente Zaidi). Il gruppo Ansar Allah, soprannominato Houthi, iniziò come movimento religioso giovanile che divenne rapidamente radicale.

Immagine: screenshot del repository camper NOS

READ  MUMC+ avvia la teleassistenza con la stimolazione cerebrale profonda