QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un mese dopo essere stata improvvisamente ricoverata in ospedale, Hailey Bieber racconta cosa è successo

Un mese dopo il suo improvviso ricovero in ospedale, Hailey Bieber, 25 anni, moglie del cantante Justin Bieber, 28 anni, racconta in un video esattamente cosa le è successo. La modella ha precedentemente condiviso su Instagram che un coagulo di sangue nel suo cervello ha causato un ictus, ma ora sembra che una condizione cardiaca sia il principale colpevole. “Avevo un buco nel cuore. Tutti sono nati con esso, ma per la maggior parte delle persone ricresce rapidamente”.

Hailey Bieber ha lanciato il video su Youtube: “Volevo raccontare la storia con parole mie”. Ero seduto al tavolo della colazione con mio marito. Una giornata qualunque, una conversazione normale, finché all’improvviso ho sentito una strana sensazione alla spalla. È passato dalle mie braccia alla punta delle dita. All’improvviso si sono sentiti insensibili”.

Leggi anche. Hailey Bieber in ospedale dopo un coagulo di sangue nel cervello: cos’è e come si riconoscono i sintomi?

Quando Justin Bieber ha chiesto a sua moglie cosa c’era che non andava, lei non ha saputo rispondere. Letteralmente. Non potevo più parlare. Il lato destro della mia faccia divenne floscio e non riuscivo più a formulare parole. Ero così spaventato, c’erano così tante cose nella mia testa. Ho un ictus, perché sta succedendo? È permanente?

Justin ha risposto prontamente e ha chiesto a qualcuno di chiamare i servizi di emergenza sanitaria. Per fortuna nelle vicinanze c’era anche un medico, che è subito venuto in soccorso. Mi ha afferrato e ha iniziato a farmi domande. Sapevi chi sono? Ti sei ricordato il mio nome? Certo che l’ho fatto, ma non posso dirlo. È stato molto spaventoso. Posso fare tutto tranne che parlare”.

READ  Lunedì inizia la Belgian Fashion Week: Lovanio è la città ospitante e chi fa shopping riceverà dei regali | stile

Donna di trent’anni

Non è passato molto tempo dall’arrivo dell’ambulanza. Sulla strada per l’ospedale, il discorso di Hayley è tornato in perfetto orario. Una delle infermiere ha chiamato la tastiera e ha detto: Abbiamo portato una donna di trent’anni† Alzai la mano e mormorai: la mia età è di 25 anni. Quando sono arrivato in ospedale, ero quasi tornato alla normalità. Potrei parlare e la mia faccia e le mie braccia non impazzirebbero più”.

Dopo alcuni test, si è scoperto che Hailey aveva avuto un TIA, o mini-ictus. “Avevo un piccolo coagulo di sangue nel cervello. Mi hanno tenuto lì tutta la notte e hanno fatto tutti i tipi di test. Stavano cercando il PFO (Il forame ovale palpabile, editore)Un buco tra i ventricoli destro e sinistro del cuore. “Tutti sono nati con esso, ma per la maggior parte delle persone si chiude naturalmente dopo la nascita. I medici non hanno trovato nulla, quindi mi è stato permesso di partire il giorno successivo”.

processo

Tuttavia, il modello è stato successivamente sottoposto a una serie di test aggiuntivi, in cui è stato comunque trovato il PFO. E non poco. “Avevo un PFO di grado 5, tra 12 e 13 mm. Il coagulo di sangue nel mio cuore era uscito da quel buco ed era entrato nel mio cervello. Ho dovuto subire un intervento chirurgico per chiuderlo ma è andato tutto liscio. Ora mi sento di nuovo bene .”

tutto e ‘bene quel che finisce bene. “Mi sento sollevato di poter andare avanti con la mia vita. Ma l’intero evento è stato così accattivante. Avevo così tanta paura di avere un altro ictus come questo. Grazie a tutti i medici che mi hanno aiutato. Trovo difficile dirlo ancora una volta, fino ad ora solo la mia famiglia lo sapeva. E i miei amici. Ma comunque era davvero una storia generale, semplicemente non conoscevi ancora il quadro completo. “

READ  Il concerto gratuito della band francese Indochine alla Grand Place di Bruxelles è subito pieno | Bruxelles