QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un nuovo incubatore di biotecnologie dovrebbe fornire futuri vaccini e immunoterapie

a partire dal Università della tecnologia di Eindhoven (TU/e) e il Radboud University Medical Center (Radboudumc) offrono BIOTRIP. BIOTRIP È una piattaforma unica che riunisce scienziati medici intraprendenti e ingegneri biomedici per lavorare con imprenditori biotecnologici per sviluppare, commercializzare e fornire vaccini e immunoterapie per pazienti affetti da una varietà di malattie.

in cerca di una soluzione

BIOTRIP è un’iniziativa unica tra due dei migliori istituti dell’Olanda meridionale. “Se la pandemia di COVID-19 ci insegna qualcosa, è che l’integrazione della tecnologia biomedica e della ricerca clinica porta a soluzioni innovative. La tecnologia BIOTRIP genererà tecnologie e opportunità commerciali che contribuiranno a risolvere i problemi medici del futuro”, afferma TU/ e il rettore Frank Baijens. Ad esempio, BIOTRIP sta sviluppando un vaccino universale per ottenere un’ampia protezione nella popolazione contro le varianti emergenti di SARS-CoV-2 e potenziali future epidemie.

Leggi di più sul Covid-19 qui

Iscriviti a IO su Telegram!

Esattamente una storia innovativa sul tuo smartphone ogni giorno alle 20:00? E questo può! Iscriviti al nostro servizio Telegram e rimani aggiornato sulle ultime novità!

registrati!

“BIOTRIP è un incubatore biotecnologico flessibile e orientato agli investitori in cui vogliamo creare nuove startup biotecnologiche nella regione di Brainport. L’Olanda meridionale ospita segretamente un grande ecosistema biotecnologico, dove BIOTRIP si adatta bene e garantirà crescita e innovazione”, spiega il presidente TU/ e Comitato esecutivo, Robert Jan Smits.

cooperazione speciale

BIOTRIP ha riunito un team eccezionale di importanti accademici, biotecnologi e un gruppo di consulenti orientati a livello internazionale. “Siamo molto grati di avere il Dr. John Castelen e il Dr. Andrea Van Elsas coinvolti in questa impresa speciale. Entrambi sono imprenditori biotecnologici di grande successo, John viene dai Paesi Bassi e Andrea è stato nominato partner di Third Rock Ventures sulla costa occidentale degli Stati Uniti lo scorso anno”. William Mulder. L’altro socio fondatore, il dott. Mihai Nitea ha aggiunto: “Non vediamo l’ora di lavorare con il Dr. Alexandre Agermont. Il Dr. Eggermont è il Direttore Scientifico del Princes Máxima Center for Pediatric Oncology e un rinomato ricercatore clinico nell’immunoterapia del cancro”.

READ  112 Eddy - nei bambini, le zecche mordono più spesso sulla testa e sul collo, negli adulti e soprattutto sulle gambe

Leggi le biotecnologie qui

Inoltre, BIOTRIP si compone anche dei consulenti esterni Dott. Christian Reiken, direttore scientifico e fondatore di Cristal Therapeutics, e Thomas Seested, tre volte campione del mondo di surf e imprenditore seriale. con il dott. Zahi Fayyad e Matthias Nehrendorf, rispettivamente professori dell’Istituto Icahn School of Medicine al Monte Sinai Sopra Ospedale generale del Massachusetts, ha concluso il comitato consultivo esterno.

Uso della conoscenza per i pazienti

“BIOTRIP è una delle iniziative più entusiasmanti su cui ho lavorato. Con un team di immunoterapia pionieristica e ingegneri biomedici altamente innovativi, stiamo lavorando a soluzioni a molti disturbi, come il cancro, le malattie autoimmuni, le malattie infettive e le malattie cardiovascolari, nonché come trapianti di organi.” ‘, come risponde il Direttore del Centro BIOTRIP, il dott. Solo Kretz.

Dott. Bertin Lahes, presidente del consiglio di amministrazione di Radboudumc, è entusiasta: “Negli ultimi 10 anni, il lavoro dei nostri ricercatori clinici ha fornito informazioni uniche sul sistema immunitario umano. Ora è il momento di utilizzare questa conoscenza per i nostri pazienti”. Generale di Brigata Dott. Jan Smit conclude: “Con BIOTRIP, stiamo realizzando le nostre ambizioni biotecnologiche attraverso un’alleanza formale con TU/e. Siamo convinti che BIOTRIP fornirà nuove innovazioni che miglioreranno la qualità della vita dei pazienti di tutto il mondo”.