QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un pancreas artificiale per diabetici è più vicino al rimborso rispetto al pacchetto base: il radar

Un pancreas artificiale in cui i diabetici possono mantenere i livelli di zucchero nel sangue è un passo più vicino al rimborso rispetto al pacchetto di base, riferisce l’Istituto nazionale della sanità. In collaborazione con ZonMw, l’organizzazione per la ricerca sanitaria e l’innovazione nell’assistenza, l’Istituto fornisce un supporto di 10 milioni di euro per consentire la ricerca scientifica nel suo lavoro.

Il primo prototipo di pancreas artificiale è stato sviluppato da Robin Cobbs in un capannone. L’uomo è stato nominato “Icona Nazionale” nel 2019 e, da quando ha introdotto la sua invenzione, le persone con diabete di tipo 1 aspettano con impazienza che il dispositivo arrivi sul mercato. L’invenzione potrebbe eliminare la necessità di una misurazione continua dei livelli di glucosio nel sangue e delle iniezioni di insulina a un ampio gruppo di persone.

Studio per dimostrarne l’efficacia

Lo studio è necessario per dimostrare che un pancreas artificiale è più efficace per le persone che non riescono a gestire bene il diabete con le opzioni attuali. In tal caso, Zorginstituut può decidere di includere un pancreas artificiale nel pacchetto base. Finora, l’effetto è promettente e potrebbe significare “la fine definitiva per un ampio gruppo di persone dal dover misurare costantemente i livelli di glucosio nel sangue e iniettare insulina”.

Diabete di tipo 1

Il diabete è una malattia metabolica in cui le persone hanno troppo glucosio nel sangue. Poiché il glucosio è una forma di zucchero, viene anche chiamato diabete. L’ormone insulina svolge un ruolo importante nel mantenimento del livello di glucosio nel sangue, e quindi nel diabete. Il pancreas (pancreas) rilascia insulina nel sangue. Questo regola la glicemia. Nel diabete di tipo 1, il pancreas smette di produrre insulina.

READ  I gemelli appena nati Feri Somogyi sono stati ricoverati in ospedale

funzione del pancreas artificiale

Il pancreas artificiale ha le dimensioni di due smartphone impilati uno sopra l’altro e collega una pompa a un glucometro. Misura costantemente il valore dello zucchero. Dirige la pompa a fornire la giusta quantità di ormoni, insulina e glucagone. Le complicanze si riducono notevolmente, perché i valori rimangono più stabili.

“Avevi ancora il diabete con un pancreas artificiale, ma in realtà non più”, afferma Harold de Valk, endocrinologo presso l’UMC Utrecht. Un piccolo studio osservazionale è già stato condotto nei Paesi Bassi, dove a una trentina di persone è stato permesso di utilizzare un pancreas artificiale per un breve periodo di tempo. Alcuni non volevano davvero riprenderselo dopo, perché non avevano dormito bene prima. Altri hanno detto che potrebbero essere genitori più gentili con i loro figli, e c’erano parenti e amici che hanno riferito che i partecipanti avevano avuto una ricaduta nel diabete di tipo 1.

sostegno finanziario

12 ospedali olandesi e 240 adulti stanno partecipando alla ricerca scientifica che inizierà quest’anno, guidata da UMC Utrecht. Il sussidio sarà utilizzato principalmente per pagare gli elevati costi di assistenza per 240 persone durante lo studio.

Fonte: Agenzia nazionale dei porti