QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un patologo delle infezioni ad Amsterdam ha visto sette pazienti olandesi con il vaiolo delle scimmie: “Questa non sarebbe un’epidemia”

Attualmente è diffuso principalmente attraverso il sesso non protetto tra uomini gay.

Chi sono i gruppi a rischio?

Penso che gli uomini gay in particolare dovrebbero assicurarsi che godano di rapporti sessuali protetti e che capiscano che la persona con cui sei sessualmente in contatto non ha le vesciche. Chiunque può ottenerlo, non è che gli uomini gay ne siano più sensibili, ma attualmente è diffuso principalmente attraverso il sesso non protetto in questo gruppo. Al di fuori di quel gruppo, il rischio è in realtà minimo.

Gli studenti sono più suscettibili agli infortuni?

Gli studenti hanno connessioni diverse più spesso degli uomini e delle donne sposati, quindi le possibilità sono maggiori in questo senso. Ma al momento, gli studenti con contatti omosessuali in particolare sono un gruppo ad alto rischio.

Come potrebbe il virus manifestarsi “improvvisamente” in Europa e in America?

È un virus che circola da tempo in Africa. Rilevata nelle scimmie negli anni ’50, la prima infezione nell’uomo risale agli anni ’70 e da allora si sono verificati focolai regolari del virus del vaiolo delle scimmie in Africa. Ciò ha portato a casi di esportazione e una diffusione minore come negli Stati Uniti nel 2003.

Ora vediamo che c’è un gruppo di uomini che hanno rapporti sessuali con uomini. Questo è stato il caso di tutte e sette le infezioni all’UMC di Amsterdam, con recenti contatti sessuali. Sembra quindi diffondersi principalmente attraverso contatti sessuali non protetti, comprese le estremità. Il Darklands Festival di Anversa è un festival popolare e quindi le cose possono andare molto velocemente. Il periodo di incubazione è relativamente lungo, quindi probabilmente è stato nascosto per un po’ e appare solo ora.

READ  Pfizer protegge da una grave malattia di tipo delta, affermano esperti israeliani - Belgio