QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un terzo del gruppo target ora ha un’iniezione di vaiolo delle scimmie

Il mese scorso sono stati inviati i primi inviti a persone a maggior rischio di sviluppare il vaiolo delle scimmie e le vaccinazioni sono già state effettuate in tutte le aree del servizio sanitario comunale GGD. Nonostante il periodo di ferie, nelle ultime settimane sono già stati somministrati 10.440 vaccini.

Avvisi

A maggio, nei Paesi Bassi è stata segnalata la prima persona infetta dal vaiolo delle scimmie. Successivamente, il numero è aumentato rapidamente e ha raggiunto il picco a luglio. Successivamente, il numero di notifiche giornaliere è diminuito. Ora sembra che ci sia stabilità. A livello mondiale, sembra esserci anche una stabilizzazione in alcuni paesi, nonostante il fatto che molte persone vengano ancora contagiate ogni giorno.

La stragrande maggioranza delle persone contrae l’infezione attraverso il sesso (96%), il 92% di coloro che risultano positivi ha avuto uno o più partner occasionali. Più di 4 persone su 10 hanno fatto sesso di gruppo. Gli MSM (uomini che hanno rapporti sessuali con uomini) sono stati infettati (98%), ma anche uomini e donne eterosessuali hanno contratto il vaiolo delle scimmie.

vaccinazione

L’effetto delle vaccinazioni non si rifletteva nel numero di segnalazioni. Una vaccinazione completa richiede fino a 6 settimane. Nonostante il fatto che il farmaco sia stato testato per la sicurezza e l’efficacia contro il vaiolo convenzionale, non è ancora noto in che misura influisca sul vaiolo delle scimmie. È quindi importante non avere contatti intimi in caso di reclami (con se stessi o con il proprio partner sessuale), anche dopo la vaccinazione, e mettersi alla prova.