QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un uomo perde un dispositivo USB con i dati personali di 460.000 abitanti della sua città in una serata ubriaca | All’estero

Un drink dopo il lavoro spesso sembra una buona idea, ma per un dipendente in Giappone è probabile che i postumi di una sbornia si protraggano per un po’. Il dipendente ha perso una chiavetta USB contenente i dati personali di ogni residente della città di Amagasaki dopo essersi addormentato per strada.

L’emittente pubblica NHK ha riferito che il dipendente, un uomo sulla quarantina, si è addormentato per strada dopo aver bevuto alcolici in un ristorante. Quando si è svegliato, la sua borsa con USB era sparita. L’uomo lavora per un’azienda che fornisce benefici alle famiglie. Martedì si è recato al centro informazioni del consiglio comunale e ha messo su un bastoncino i dati sulla popolazione. I dati includono i nomi, le date di nascita e gli indirizzi di 465.177 persone, ovvero la popolazione totale della città.

La bacchetta conteneva anche informazioni sensibili, inclusi dettagli fiscali e nomi e numeri di conti bancari. Oltre a informazioni sulle famiglie che ricevono il sostegno del governo, come i pagamenti per l’assistenza all’infanzia.

Mercoledì, il dipendente ha cercato una chiavetta USB, ma non è riuscita a trovarla, quindi l’ha denunciata alla polizia. Più tardi quel pomeriggio, la società ha notificato alle autorità la perdita.

Proibito

Le autorità hanno affermato che l’unità USB è crittografata e finora non è stata confermata alcuna violazione dei dati. La società ha aggiunto che il dipendente aveva accesso ai dati, ma non gli era stato concesso il permesso di trasferirli su un dispositivo elettronico separato. La dichiarazione ha anche accusato il dipendente di non aver cancellato i dati da un’unità flash dopo aver lavorato nell’ufficio cittadino e di aver preso personalmente la bacchetta invece di utilizzare un mezzo di trasporto sicuro.

READ  Il generale Roman Kutuzov è stato ucciso in azione nel Donbass

Le autorità hanno tenuto una conferenza stampa giovedì in cui il sindaco e altri funzionari hanno chiesto scusa ai residenti. La dichiarazione si è conclusa con un promemoria ai funzionari governativi di chiedere il permesso prima di prendere le unità USB dagli uffici della città.