QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Una coppia gay si è suicidata perché la loro relazione non è stata accettata in Armenia | All’estero

Un altro bacio e poi la morte insieme: una coppia gay si è suicidata nella capitale armena Yerevan perché la loro relazione non è stata accettata. “Felice fine. Abbiamo deciso insieme di condividere queste foto”, suona nel loro ultimo post su Instagram.

Un gruppo LGBT locale sta ora diffondendo la notizia della sua morte. Di solito questi giovani avevano molti anni davanti a sé. Tuttavia, hanno dovuto fare i conti con molto fanatismo e, di conseguenza, non hanno visto un’altra via d’uscita”, afferma Pink Armenia.

Le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender conoscono fin troppo bene i sentimenti di solitudine e mancanza di comprensione della loro famiglia e della loro comunità. Questo tragico incidente dimostra ancora una volta che questo gruppo in Armenia non è al sicuro”.

L’omofobia è un grave problema in Armenia. L’omosessualità era persino nel codice penale nel 2002, quindi non c’è da stupirsi che molte coppie mantengano segreta la loro relazione.

Nella classifica europea in termini di diritti LGBT, solo Russia e Azerbaigian ottengono un punteggio peggiore. Uno studio del 2012 ha rilevato che il 55% degli armeni porrebbe fine alla loro amicizia se si scoprisse che l’altra persona ha sentimenti omosessuali.

Se hai domande sul suicidio, puoi contattare la Suicide Line al numero verde 1813 in poi www.selfmoord1813.be.