QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Una straordinaria quantità di castagne in Italia

“La raccolta delle castagne sta volgendo al termine. Abbiamo raccolto una quantità senza precedenti, la gamma dimensionale è medio-alta. In realtà siamo al livello di resa prima dei problemi della vespa cinese. Ma la cosa sorprendente è che ne abbiamo molti. Chilogrammi e una vasta gamma di pezzatura”, afferma l’Associazione dei Castagneti dell’Appennino Bolognese. Il presidente Renzo Banzacchi.

Renzo Bansacci

“È una situazione insolita su tutti i fronti. Il periodo di raccolta si è ridotto a poco più di due settimane. È quasi una settimana più breve del solito. Le temperature sono elevate, la frutta estiva vende più della frutta autunnale. Il mercato aspetta un po’”.

Una macchina aspira i cuscini.

I prezzi degli agricoltori sono influenzati da una combinazione di questi fattori. In pochi giorni il mercato all’ingrosso di Bologna aveva molte castagne invendute. “In certi giorni venivano offerti 7, 5 e 3 euro al chilo a seconda della dimensione delle castagne. Ma in realtà sono cifre ancora buone. Il prezzo è buono anche nelle feste paesane, ma il problema è che la gente non ha it. Acquista in grandi quantità”, ha detto il presidente.

Le reti vengono utilizzate per la raccolta delle castagne nell’Appennino bolognese.

Gli agricoltori devono anche fare i conti con una carenza di lavoratori del raccolto. “Questo ha portato a maggiori investimenti nella meccanizzazione, acquistando macchine per aspirare le bucce. Ci sono contadini che stendono le reti sotto il castagno per facilitare la raccolta. E con le reti giuste, anche le larve del comune vitreo. La falena raggiungerà esso.” Terreno.”