QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Uno scalatore del Monte Bianco che trova uno scrigno di gemme riceve una commissione di ricerca di 150mila euro

Nel 2013, mentre scalava la montagna più alta delle Alpi, un francese si imbatté in una scatola di metallo contenente smeraldi, rubini e zaffiri. Al suo ritorno nel villaggio di Albertville, consegnò il gruppo alla polizia, come previsto dalla legge francese. Poiché la ricerca del legittimo proprietario non ha portato a risultati, il ritrovamento è stato ora diviso tra il ricercatore e le autorità locali.

Non è chiaro perché la questione sia risolta solo ora. Secondo la legge francese, possono essere necessari solo due anni per trovare il legittimo proprietario. Il ricercatore desidera rimanere anonimo. Il sindaco del comune ai piedi del Monte Bianco, Chamonix, si dice “molto contento” dell'”integrità” dell’alpinista.

incidente aereo

È possibile che le pietre siano volate con un Boeing 777 che avrebbe dovuto volare dalla città indiana di Mumbai a New York nel 1966, ma si è schiantato contro il lato sud della montagna. Tutte le 117 persone a bordo sono state uccise. Negli ultimi decenni, gli alpinisti hanno spesso trovato relitti, bagagli e resti umani di questo trekking. Nel 2012, l’India ha recuperato una borsa della posta diplomatica del governo francese che era andata persa nell’incidente.

Sempre nel 1950, un aereo indiano si schiantò contro il blocco del Monte Bianco. 28 anni dopo, la pattuglia di montagna francese ha trovato un sacco di lettere su questo volo. Alcuni di loro sono stati inviati al destinatario originale.

READ  La polizia norvegese interroga il movente del terrorismo danese