QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Van der Straeten chiede a 1.000 aziende di rivedere il piano di emergenza del gas naturale | l’interno

Commissionato dal ministro dell’Energia Tinne Van der Straeten (Groen), è attualmente in corso un’indagine con oltre 1.000 aziende per migliorare il piano di emergenza del gas naturale. Quel piano inizierebbe a funzionare se le forniture venissero interrotte e il ministro vuole che le aziende subiscano il minor impatto possibile in quel caso, a quanto pare.

Su richiesta della Commissione Europea, ogni Stato membro dell’UE dispone di un piano di emergenza per il gas naturale. Si compone di tre fasi e ha effetto non appena si verificano problemi di approvvigionamento. A differenza dell’impianto elettrico, per motivi di sicurezza non è possibile lo spegnimento completo. Ma puoi consumare meno.

Nelle ultime settimane sono tornate a salire le tensioni sulle forniture di gas europee. La Russia sta utilizzando sempre più le sue forniture di gas come arma geopolitica nella guerra contro l’Ucraina e, per estensione, l’intero Occidente, interrompendo la scorsa settimana del 40% il flusso attraverso il gasdotto Nord Stream verso l’Europa. In vista dell’inverno, questa minaccia russa potrebbe causare problemi.


citazioni

Con Putin in questo mondo, non esiste una mancanza di rischio. Quindi è necessario prepararsi su tutti i fronti.

Tinne Van der Straeten

Van der Straiten sottolinea che in Belgio non ci sono indicazioni che le forniture di gas naturale saranno a rischio il prossimo inverno. Il nostro Paese dipende attualmente per il 4 per cento dal gas russo e, insieme al porto di Zeebrugge, è anche un centro per l’importazione di gas liquefatto. Tuttavia, il ministro dei Verdi vuole essere preparato al peggio, ha affermato.

In questo contesto, da lunedì, per conto di Van der Straeten, è stata condotta un’indagine di FPS Economy su oltre 1.000 aziende per “migliorare” il piano di emergenza. Fino al 3 luglio possono indicare su Internet il consumo minimo di gas accettabile per loro, esattamente che tipo di gas utilizzano e per quale scopo.

Con (presidente russo, editore) Putin in questo mondo non esiste il rischio zero. Pertanto, è necessario prepararsi su tutti i fronti. “Un piano di emergenza appositamente progettato garantisce risultati e un impatto minimo sulle imprese quando è necessario ridurre il consumo di gas”.

Ora che la Russia chiude sempre di più il rubinetto del gas: dobbiamo temere una carenza di gas anche il prossimo inverno?

READ  I sauditi stanno cambiando le loro ambizioni climatiche