QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Vandenbrooke: “La seconda iniezione di AstaZeneca è stata fatta da…

Il ministro della salute Frank Vandenbroek (Forweet) ha confermato martedì che ridurre i tempi di attesa per una seconda dose di AstraZeneca sarebbe possibile se alla fine di giugno avessimo avuto abbastanza vaccini. “Forse la soluzione più semplice è dire a queste persone che possono iscriversi nuovamente tramite QVax”, ha detto Vandenbrooke alla House Health Committee.

Se sei stato invitato a essere vaccinato con il vaccino AstraZeneca prima del 13 maggio, devi attendere dodici settimane per una seconda vaccinazione. Il governo vuole portare il secondo colpo a otto settimane, ma per questo sono necessarie dosi aggiuntive. Gudrun Priat della task force per l’immunizzazione ha già indicato martedì mattina che una consegna più rapida dipenderà dalla consegna di 700.000 vaccini entro il 29 giugno.

Ma questo pone un problema pratico, afferma il ministro Vandenbroek. Perché questo significa che dovremo “riprenotare” le persone. “Forse la soluzione più semplice sarebbe quella di dire a queste persone: ‘Puoi registrarti di nuovo, se vuoi vaccinare in un momento diverso da quello previsto, tramite Qvax'”, ha detto il ministro in commissione alla Camera.

Ma, secondo il ministro, la domanda più importante resta sui vaccini adeguati. “Siamo un po’ ottimisti sul fatto che avremo più spedizioni da AstraZeneca entro la fine del mese di quanto avessimo sperato fino a poco tempo fa, ma lo dirò in due parole. Se ciò sarà davvero confermato e potremo organizzare adeguatamente il processo di riprogrammazione, tramite Qvax, ad esempio, penso che molte persone avrebbero già l’opportunità di ottenere il secondo colpo di AstraZeneca più velocemente invece di dodici settimane. “Penso che eliminerebbe molta insoddisfazione e un po’ di frustrazione”, il ministro Vandenbroek disse.

READ  I talebani sequestrano Mazar-i-Sharif nel nord dell'Afghanistan, non...