QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Vendita di calce viva in Italia

Vendita di calce viva in Italia

“Il consumo di lime dipende sempre dalle condizioni meteorologiche, ma anche la coltivazione dipende fortemente dal clima. Il clima variabile ha un impatto notevole sui volumi in entrata, sulla qualità del prodotto e sulla domanda”, afferma Giorgio Mancuso dell’importatore italiano Viento Tropical.

Giorgio Mancuso

“I clienti europei, soprattutto italiani, amano i prodotti brasiliani – continua Mancuso – e i nostri fornitori ci raccontano che si trovano ad affrontare un clima particolarmente ostile: quaranta giorni di totale aridità a seguito di forti piogge e temperature di 30°C (è inverno in Sudamerica) e 12-15° durante la notte. Fino a C non c’era alcuna logica, quindi gli agricoltori non potevano pianificare il raccolto e tanto meno fornire al mercato le quantità richieste”.

«L’estate in Italia è arrivata solo da pochi giorni», prosegue il commerciante. “Il tempo sulla penisola sembra essere molto stabile, ma ci sono grandi differenze tra il nord e il sud. Pensate alle inondazioni nel nord del Paese. Non è possibile una domanda uniforme e si vedono molte fluttuazioni nel mercato. L’offerta di calce in Europa non è regolare, è una situazione insolita con una domanda improvvisa elevata con una carenza. Considerata la natura dinamica, la domanda non è diminuita improvvisamente, c’erano molti prodotti di qualità normale nella stampa o nel mercato di conseguenza, anche il prezzo ha oscillato notevolmente, variando da 4 a 10 euro per cartone da 4,5 kg.

“La preferenza del commercio europeo per il prodotto brasiliano è legata alla maggiore stabilità in termini di qualità e offerta. Inoltre, quasi tutti i rivenditori sono abituati a questo look e sono riluttanti a cambiarlo, a mio parere l’offerta dal Perù è aumentata Quest’anno per pigrizia, ma la qualità e le quantità consistenti non sempre consentono buone vendite. Partecipa anche la Colombia, che invia sempre bellissimi lime verdi, ma non sempre vengono preferiti perché hanno poco succo”.

READ  In vacanza? Questi sono i costi di un test corona in Germania, Francia, Italia e Spagna (devi essere qui per testare un certificato corona valido)

“La raccolta italiana e spagnola non è ancora iniziata, con poche eccezioni in Spagna. Per avere i primi frutti idonei alla commercializzazione dovremo aspettare agosto e soprattutto settembre. Dal Brasile sono disponibili alcuni blocchi fly-in. La qualità, ovviamente, sono in grado di ottenere prezzi che per noi sono poco pratici.

“In primo piano Xanthomonas citri “C’è un importante collo di bottiglia nella coltivazione in Brasile, perché molti centri di imballaggio sono chiusi e, all’arrivo in Europa, non è raro che i container vengano bloccati e rifiutati”, conclude l’esperto.