QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Video: roccia spaziale che batte le mani su Giove

Per la prima volta in più di due anni, gli astronomi dilettanti hanno registrato la collisione esplosiva tra un UFO e il gigante gassoso Giove.

Gli astronomi dilettanti Harald Paleschi e Jose Luis Pereira hanno scrutato il cielo notturno il 13 settembre. Hanno concentrato la loro attrezzatura su Giove, sperando di catturare l’ombra della luna Io. Ha funzionato, con un extra. Il duo dalla Germania e dal Brasile, e una manciata di altri in tutto il mondo, hanno individuato un lampo di luce sulla superficie del pianeta: l’esplosione esplosiva di una misteriosa roccia spaziale su Giove.

Leggi anche:

Effetto

Un tale effetto di per sé non è molto speciale. Dopotutto, Giove è grande e pesante, e quindi attira molte “piccole trote”. Non è chiaro esattamente quante volte detriti come i meteoriti abbiano colpito il gigante gassoso, ma gli astronomi l’ombra Da qualche parte tra le venti e le sessanta volte l’anno.

È molto meno comune che un tale “decanter” venga registrato. Non è stato confermato se il misterioso oggetto sia effettivamente entrato in collisione con la superficie di Giove. Se il flash visto nel video è un tale incidente, è l’ottavo che abbiamo rilevato finora. La prima è stata la cometa Shoemaker-Levy 9 nel 1994, che si è schiantata e ha lasciato molti crateri sulla superficie di Giove.

Le impostazioni dei cookie non consentono la visualizzazione di questo contenuto. Sono richiesti i seguenti cookie: Marketing. Modifica le tue impostazioni per vedere questo contenuto.

Collisione (lampeggiante, a sinistra) e ombra di Io (punto scuro, a destra).

L’ultima volta che gli astronomi hanno registrato l’impatto di un oggetto su Giove è stato nel 2019. Si è scoperto che si trattava di un frammento con un diametro di 12-16 metri e del peso di oltre 450 tonnellate.

scopa planetaria

Altri astronomi (dilettanti) in tutto il mondo stanno ora puntando i loro telescopi verso Giove. Stanno cercando indizi che potrebbero rivelare qualcosa sull’oggetto colpito, così come il suo effetto su Giove. Ci sono poche possibilità che il gigante gassoso venga “colpito”, ma con un po’ di fortuna troveranno presto uno (o più) crateri da impatto.

Più informazioni ci sono, meglio è. Con queste osservazioni, i ricercatori sperano anche di comprendere meglio il ruolo di Giove come aspirapolvere astronomico, che usa la sua forza di trascinamento per catturare detriti spaziali che collassano pericolosamente verso la Terra.

Crateri da impatto (macchie marroni) realizzati dalla cometa Shoemaker-Levy 9 nel luglio 1994 nell’emisfero meridionale di Giove.

Risorse: Operazioni ESA / Twittere terra cieloe Associazione Europlanete Allerta scientifica

Foto: Harald Paleske, José Luis Pereira, astronomia SLA54 / Youtube

READ  Una copia rara di The Legend of Zelda vende all'asta $ 870.000 - Gaming - .Geeks