QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Vita lunga e sana? I ricercatori calcolano l’età migliore per smettere di fumare prima

Se smetti di fumare prima del tuo 35° compleanno, generalmente vivi quanto qualcuno che non ha mai fumato una sigaretta prima.

Sappiamo da tempo che fumare fa male alla salute. Tuttavia, è difficile per molti fumatori smettere di fumare in modo permanente. Tuttavia, i ricercatori stanno ora dimostrando che è molto utile fumare un’altra sigaretta prima del tuo 35° compleanno. In questo caso, la tua aspettativa di vita è uguale all’aspettativa di vita di un non fumatore.

fumare nei Paesi Bassi
Secondo i dati della CBS, il 20 percento degli olandesi fuma di tanto in tanto. Il quindici per cento lo fa ogni giorno. Inoltre, circa il 16% degli adulti olandesi non fuma, ma inala regolarmente il fumo di tabacco di altre persone (o fumo passivo). Più di 20.000 persone muoiono ogni anno nei Paesi Bassi a causa del fumo o del fumo passivo.

Il Nuovo studio Include i dati dell’indagine su oltre 550.000 adulti di età compresa tra i 25 e gli 84 anni. I partecipanti sono fumatori attuali, ex fumatori e cosiddetti non fumatori (persone che hanno fumato meno di 100 sigarette nella loro vita). Tutti hanno completato diversi questionari tra gennaio 1997 e dicembre 2018. Sembra che il 54% dei partecipanti che avevano precedentemente fumato avesse smesso da un momento all’altro. In media, la maggior parte dei fumatori smette entro i 38 anni.

bendare
Entro la fine del 2019, i ricercatori hanno valutato. A quel punto, 75.000 delle 550.000 persone totali erano morte. I ricercatori hanno trovato un forte legame tra il fumo di sigaretta e la morte prematura, principalmente a causa di cancro, problemi cardiaci e malattie delle basse vie respiratorie.

READ  Più dell'80 per cento è stato vaccinato, ma nuove misure: perché?

Smetti prima del tuo trentacinquesimo compleanno
Finora forse niente di nuovo. Ma ulteriori analisi portano a una scoperta sorprendente. È noto che prima un fumatore smette di fumare, meglio è. Ma il nuovo studio ora collega un’età specifica a quella. Sembra meglio smettere di fumare prima dei 35 anni. In effetti, se puoi farlo, generalmente vivrai quanto qualcuno che non ha mai fumato una sigaretta prima. Il ricercatore di studio Blake Thompson ha detto in un’intervista con Scienziati.

senza licenza
Thompson avverte che ciò non significa che sia innocuo fumare fino all’età di 35 anni e poi smettere. “Questo non è certo privo di conseguenze. Il fumo incide sulla qualità della vita e provoca molti danni all’organismo, anche se non è mortale. Insomma, fumare è innocuo anche in giovane età. Inoltre, smettere è molto difficile “Ma i benefici per la salute si accumulano rapidamente per coloro che hanno successo. Il corpo ha una straordinaria capacità di ripararsi, ma ci vuole tempo. “

“Il corpo ha una meravigliosa capacità di ripararsi, ma farlo richiede tempo”.

Smettila dopo il tuo trentacinquesimo compleanno
Se ti fermi solo dopo i 35 anni, la speranza non andrà persa immediatamente. Ciò ha anche avvantaggiato i partecipanti allo studio che hanno smesso di fumare in età avanzata. Ancora una volta, più sono e meglio è. Gli ex fumatori che smettevano tra i 35 ei 44 anni avevano il 21% in più di probabilità di morire prematuramente rispetto ai non fumatori. Coloro che hanno smesso di fumare tra i 45 ei 54 anni avevano un rischio di morte aumentato del 47%.

READ  L'OMS avverte di più casi di vaiolo delle scimmie

forti fumatori
Per quanto riguarda la domanda se ci sia una differenza nella gravità del fumo, Thompson non può risponderci. “Non abbiamo indagato su questo”, dice. Ma ci sono prove chiare e coerenti che più fumi, maggiore è il rischio di morte. Ciò significa anche che se sei un forte fumatore o hai iniziato in giovane età, puoi aspettarti maggiori benefici per la salute se smetti presto. Ma solo per essere chiari: ogni fumatore trae vantaggio dallo smettere, non importa quanto fumi.”

Difficile
Sebbene i risultati sottolineino ancora una volta l’importanza di evitare questi pacchetti di sigarette in tempo, questo non è possibile per tutti. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 8 milioni di decessi possono essere ricondotti all’industria del tabacco ogni anno. Il fumo crea una forte dipendenza, quindi le persone che cercano di smettere regolarmente soffrono di ricadute. Thompson sa anche che “smettere di fumare è molto difficile per qualsiasi fumatore”. “Speriamo di ricordare a coloro che cercano di smettere di fumare che vale davvero la pena prenderlo sul serio”.

le misure
Anche i governi e le organizzazioni sanitarie possono svolgere un ruolo importante in questo. Ad esempio, con campagne volte a mostrare i danni che le sigarette provocano alle persone e all’ambiente. Ma anche riducendo il numero di punti vendita di prodotti del tabacco e sigarette elettroniche, rendendo liberi dal fumo i luoghi spesso visitati dai bambini e aumentando i prezzi dei prodotti del tabacco.

Ma forse anche lo studio di Thomson aiuta. Piuttosto che descrivere gli aspetti negativi del fumo, lui ei suoi colleghi hanno dimostrato l’effetto positivo della cessazione del fumo. Thompson sottolinea ancora una volta che “questi benefici per la salute sono di vasta portata”. “Non è mai troppo presto per smettere, ma non è mai troppo tardi per coloro che lottano con questo”.

READ  Dovresti prendere il vaccino contro il paracetamolo contro gli effetti collaterali?