QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Vlaams Belang vuole usare la legge per ostacolare il governo fiammingo

Vlaams Belang vuole usare la legge per ostacolare il governo fiammingo

Vlaams Belang vuole attivare una vecchia legge che invita a presentare mozioni contro la politica fiamminga. Lo ha affermato il leader del partito Chris Janssens in un’intervista a Domenica.

Nelle news: A causa dei 31 seggi conquistati da Vlaams Belang dopo le elezioni nel parlamento fiammingo, il partito può ostacolare la politica.

  • “Dato che abbiamo un quarto dei seggi totali, possiamo presentare mozioni per opporci a questa politica per motivi filosofici o ideologici”, dice Janssens. “Siate certi che utilizzeremo questo strumento se il governo vorrà attuare una politica che va contro la volontà del popolo fiammingo”.
  • Questa legge risale a una vecchia legge del 1970, “che aveva lo scopo di proteggere i cattolici nel Consiglio culturale francese e i liberali nel Consiglio culturale olandese”, come spiega il politologo Nicolas Botica. Standard.
  • La proposta proposta garantisce che la discussione sul decreto fiammingo venga immediatamente interrotta. I presidenti della Camera dei Rappresentanti, del Senato, del Parlamento fiammingo e del Parlamento della Comunità francese dovranno valutare se la proposta è accettabile o meno.
  • Ma una volta che questo gruppo avrà deciso che non c’è nulla di sbagliato, il Parlamento fiammingo potrà continuare a votare il decreto. A Botica sembra che “è improbabile che Vlaams Belang lo faccia molte volte”. Secondo lui il partito “potrebbe usarlo per intimidire il governo fiammingo”.
  • Resta da vedere quante volte Janssen e il resto del suo partito intendono invocare la legge. La base è stata utilizzata l’ultima volta nel 2019.

READ  Game Over, Game Mania: 3 motivi per cui si è arrivati ​​a questo