QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Zelensky si apre sul dialogo con la Russia: ‘La Nato non è pronta ad accettare l’Ucraina dopotutto’

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sembra aprire un dialogo con la Russia. “La NATO non è disposta a farci entrare comunque”, dice. È pronto a fare concessioni sui territori occupati di Donetsk e Luhansk. “L’inizio di nuovi sviluppi diplomatici”, afferma il professore di politica internazionale David Crickmans (UAnwerp).

Jesse Van Renmortel

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e il suo omologo ucraino Dmytro Kuleba si sono impegnati a incontrarsi giovedì nella città turca di Antalya. Questo sarà il primo colloquio ad alto livello tra Mosca e Kiev dall’inizio della guerra. Dà un barlume di speranza che dopo tutto possa esserci una via diplomatica per uscire da questo conflitto. Perché in realtà c’è qualcosa di cui discutere.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato lunedì sera in un’intervista con ABC News di essere pronto a raggiungere un compromesso sulle regioni di Donetsk e Luhansk orientale e sulla Crimea. Non sono pronto a arrendermi. Voglio garanzie di sicurezza. Ma sono pronto ad avviare un dialogo”. In merito all’adesione dell’Ucraina alla NATO, ha affermato quanto segue: “La NATO non è pronta ad accettare l’Ucraina e non voglio essere il capo di un paese in ginocchio che chiede l’adesione. ”

In precedenza, Mosca aveva avanzato le sue richieste di pace: sanzione della neutralità dell’Ucraina nella sua costituzione, non adesione alla NATO, riconoscimento della Crimea come territorio russo, riconoscimento di Donetsk e Luhansk come stati indipendenti. Quindi Zelensky non getta immediatamente queste richieste nella spazzatura. Non che non ci sia più lingua difficile rimasta. Lunedì, il presidente ucraino ha descritto gli invasori russi nel suo paese come “criminali di guerra”. Quando martedì ha filmato il parlamento britannico, ha detto: “Non ci arrenderemo e non perderemo. Continueremo a combattere per il nostro Paese ad ogni costo”.

READ  Il consiglio di sorveglianza di Facebook conferma Zwarte Piet Ban

Leggi anche. E se Kiev fosse caduta e Zelensky fosse stato ucciso? Ci sono tutti gli ingredienti per un’intifada

Tuttavia, sembra che si stia aprendo al dialogo. “La situazione a Donetsk e Luhansk sembra peggiorare per Zelensky”, ha affermato David Krekimans, professore di relazioni internazionali all’Università di Anversa. Le forze russe stanno avanzando lì. Se questo continua e le forze ucraine sono costrette a ritirarsi, l’Ucraina perderà quelle aree. Zelensky potrebbe voler abbandonarlo strategicamente per preservare altre parti del paese. Nel frattempo, la Russia ha affermato – comunque implicitamente – che il suo governo non deve necessariamente andarsene. Resta da vedere quale sarà l’esito dei colloqui in Turchia, ma questi potrebbero essere movimenti aperti verso una soluzione diplomatica”.