QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Zuckerberg: Facebook sta seguendo la via Metaverse-Emerzz


Nei prossimi cinque anni, Facebook è destinato a diventare un metaverso, uno spazio virtuale condiviso collettivamente, come immaginato da Neal Stevenson nel suo romanzo di fantascienza. incidente di neve Dal 1992. Il CEO Mark Zuckerberg ha detto a The Verge che le persone non dovrebbero vivere in piccoli rettangoli luminosi, che è ciò che significano gli smartphone. “Non è così che gli umani sono fatti per comunicare.”

Il metaverso è un mondo online in cui le persone possono giocare, lavorare e comunicare in un ambiente virtuale, spesso con un visore VR.

Nelle riunioni online, guardiamo una rete di volti su uno schermo. Ma i tuoi colleghi dovrebbero stare seduti sul tuo divano come un ologramma, sentendoci come se fossimo nello stesso posto, anche se siamo a centinaia di miglia di distanza.

Secondo Zuckerberg, dovresti essere in 3D come in un concerto saper saltare. E vivi davvero un concerto del genere.

Zuckerberg ha recentemente spiegato i suoi piani ai suoi dipendenti. Gran parte di ciò sembra essere ispirato dalle frustrazioni sperimentate da Zuckerberg durante gli incontri di lavoro online, “dove a volte trovo difficile ricordare un incontro in cui qualcuno ha detto qualcosa perché tutti fluiscono insieme nella tua mente”. Le interazioni che avremo in futuro saranno più ricche e sembreranno reali.

Tuttavia, finora Facebook non è riuscito a creare un ambiente del genere. La società ha pagato 2 miliardi di dollari per Oculus, il produttore di visori VR di molti anni fa, ma è ancora una nicchia. La piattaforma Facebook Horizon che ti consente di incontrare avatar virtuali tramite le cuffie Oculus ha avuto una portata limitata dal suo lancio nel 2019.

READ  Rumor: OPPO Watch 2 con Snapdragon Wear 4100 è in arrivo

Zuckerberg ha ammesso che gli attuali visori VR sono “un po’ pesanti” e necessitano di miglioramenti.

The Verge rileva sottilmente che Facebook potrebbe incontrare limitazioni nella realizzazione dei piani. Sembra che negli Stati Uniti sia in arrivo una legislazione che renderebbe più difficile per Facebook acquistare start-up o tecnologia di terze parti.

Zuckerberg sottolinea che Facebook non è l’unica azienda con tali ambizioni. “C’è un consorzio XR con cui stiamo collaborando con Microsoft e un certo numero di altre aziende che stanno lavorando anche su questo”.