QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

‘Abbiamo valutato male’

tavola da quattroIl nuovo talk show di Geert Verholst è nelle notizie da una settimana ormai. Grazie alla discussione sul risveglio che sfugge di mano, con tutte le parolacce che lo accompagnano. Il presentatore valuta dopo una settimana ricca di eventi. “So che le persone non ci crederanno, ma voglio entrare in contatto con questo programma.”

Pietro Dumont

“Stanco ma soddisfatto”, ha detto Gert Verhulst quando gli abbiamo chiesto come avesse guardato indietro alla prima settimana di tavola da quattro. Questa fatica ha un senso. Una tempesta mediatica come quella in cui lui e il suo show sono sbarcati la scorsa settimana renderebbe notti insonni anche al produttore televisivo più esperto. Verholst ammette che è stata davvero una notte insonne. Anche se non si tratta solo del rumore Tavolo incolpare. Il cane di casa sembra avere problemi di digestione. Con conseguente incidente notturno accidentale.

Questo sta mangiando nel sonno di Verhulst più che preoccuparsi del suo nuovo spettacolo. “In genere sono soddisfatto. Abbiamo fatto quattro spettacoli che parlavano di qualcosa. Abbiamo avuto buoni ospiti, abbiamo avuto buone conversazioni, ma abbiamo anche sbagliato ogni tanto. Questo è inevitabile con un programma perfettamente funzionante. Ma devi essere in grado di lasciarsi andare. Questo va”.

“La conversazione con Jean-Marie Dedecker sul riscaldamento globale, ad esempio, non è andata bene. Un tempo si trattava tanto di numeri e numeri perché Jean-Marie voleva mostrare quanto fosse ben informato. Quando iniziò a parlare di molecole di CO2 , sapevo che non sarebbe migliorato. Avrei dovuto intervenire, ma sono rimasto lì e l’ho guardato. Sfortunatamente”.

Anche la tanto discussa discussione sul wok nel primo episodio rientra nella categoria “si è verificato un errore”?

“Insisto sul fatto che la discussione sull’alzarsi dovrebbe assolutamente aver luogo. Proprio come la discussione sulla parola con la n. Il fatto che ci siano state così tante reazioni a quella trasmissione questa settimana lo dimostra. Continuo anche a credere che durante le discussioni dovresti chiama il bambino con il suo nome. Qui è arrivata la scelta di usare la parola n. Ma il modo in cui l’abbiamo usata, il tono e l’uso stesso, abbiamo ovviamente commesso un errore di giudizio. Lo ammetto. ”

L’intera rivolta non è stata solo un’abile manovra di marketing? Quando lasci che Margaret Hermans descriva una pila di Melocakes con la n-word nel primo minuto dello spettacolo, stai cercando polemiche, vero?

“Sapevo che quella parola avrebbe provocato qualcosa. Ma era troppo sensibile?”

Lo sanno tutti?

“Potresti pensare che io sia un ingenuo idiota, ma non lo sapevo. E poi puoi chiedermi dove sono stato negli ultimi anni. La risposta è semplice: nelle mie bolle. Proprio come se fossimo tutti dentro la nostra bolla. Allora osi dimenticare che quello che sta succedendo nella tua bolla non è necessariamente una realtà. “Ad ogni modo, non ho usato la parola n nella mia vita privata per trent’anni.”

Perché sull’antenna?

“Perché penso che in una discussione del genere dovresti chiamare il bambino per nome. Ma è stato un errore di calcolo. Non sapevo che fosse così sensibile. Ecco perché mi sono scusato. Sinceramente. Le persone sono venute e mi hanno detto che questa trasmissione li ha davvero feriti . Certo che mi dispiace per quello. ” Ma allo stesso tempo, mi convince di più che dovremmo avere il coraggio di avere una discussione. A causa della nostra trasmissione, è scoppiata in pieno vigore. Confrontala con quella di un marito grande lotta. Ora è il momento del sesso con il trucco che avvicina le due parti.

“So che le persone non ci crederanno dopo lunedì, ma in particolare voglio entrare in contatto con questo spettacolo. Voglio che le persone si capiscano di più. Ecco perché sono frustrato dalla conversazione con Jean-Marie Dedecker, poiché lui e il nostro lo scienziato del clima ospite ha continuato a parlare a fianco del lato. Voglio che il lato sveglio capisca che molte persone hanno usato la parola n senza alcun ulteriore motivo razzista. Questo è importante. Così come dobbiamo imparare a capire perché questa parola è così sensibile “Dobbiamo anche continuare a parlarne. Dovresti ottenere un seguito. Ma questo non è più necessario sul nostro tavolo”.

ancora. drop campioni n-parola tavola da quattro Su tutti i giornali durante la settimana. Sotto lo slogan Non esiste una cattiva pubblicità È una coincidenza?

(sarcastico) “Sì, certo è per questo che l’abbiamo fatto. Guarda, se sapessi in anticipo che avresti fatto del male a molte persone con quello, e se sapessi in anticipo che ti sarebbero venute un sacco di cazzate, tu non userei quella parola. Non è così che sto insieme. Il fatto che abbiamo fatto del male alle persone mi colpisce soprattutto. Sono abituato a essere quel bastardo ora. Anche se questa settimana è diventato molto personale. Io” ho ricevuto messaggi su Instagram che ne parlano davvero. Ma non voglio impantanarmi nel ruolo della vittima. Nei media dovrebbe esserlo. Hai la pelle di elefante in questi giorni. Altrimenti salterai da Boerentoren. ”

Come avresti dovuto affrontarlo con il senno di poi?

“La n-parola avrebbe dovuto essere evitata. Ma ancora una volta, se non l’avessimo usata, non avremmo avuto questa conversazione oggi. Penso che sia molto importante avere una discussione su cosa si può e non si può fare. Ma lo ripeto, chiaro e chiaro: abbiamo commesso un errore in Il verdetto c’è. E me ne scuso. So che alcune persone non mi credono quando lo dico. Ma se le mie scuse non sono più credute, allora di Certo che si ferma”.

Tutto il clamore significa che Elias van Dingenen, uno dei tuoi editori, si è licenziato dopo una sola trasmissione. Ha prestato particolare attenzione al fatto che non ha partecipato personalmente alla riunione editoriale per spiegare come e perché le cose sono andate storte nella prima trasmissione.

“È così che lavoriamo. Ho tre redattori che dirigono la redazione. Comunico con loro, ma loro sono responsabili della redazione. Non voglio intralciarmi. Non credo sia sano. Quindi no, quella mattina non c’ero alla riunione di redazione.” “.

Capisci perché ha smesso?

“È una sua scelta e lo rispetto. Se pensa che questo non sia l’ambiente vitale in cui può lavorare, lo rispetto”.

In qualità di relatore, esprimi la tua opinione durante le discussioni. È una strategia consapevole?

“Dicendo quello che penso, spero che gli ospiti intorno al tavolo oseranno fare lo stesso. Non vogliamo fare lo stesso talk show pre-masticato che vedi ovunque. Ho partecipato a tutti i tipi di talk show per trenta -cinque anni, e noto la stessa cosa ovunque: quando vai a stanza verde Tutti hanno opinioni forti su quasi tutto. Ho sentito politici più di una volta in questi momenti dichiarare cose completamente contrarie alla linea del partito. Ma non appena le telecamere girano, improvvisamente raccontano una storia completamente diversa. Questo crea una sorta di realtà televisiva che non ha nulla a che fare con ciò che pensano davvero queste persone attorno al tavolo. Voglio che i miei ospiti dicano cosa pensano veramente di un particolare argomento. Anche se so che tali conversazioni saranno presto chiamate “discussioni da pub” o “populiste”.

Ci sono esempi stranieri che guardi? Dopo la prima trasmissione, il confronto è stato fatto con gli olandesi al chiuso oggi, Johann Dirksen ei suoi colleghi causano disordini occasionali.

Oggi dentro Non un talk show. Questa è una discoteca. Attento, posso godermelo. Ma è pur sempre un cabaret. Voglio che i nostri telespettatori, quando spengono la TV, sentano che stanno diventando più saggi. Questo è successo occasionalmente questa settimana. Ad esempio, negli ultimi mesi abbiamo spiegato il calcolo dei prezzi dell’energia nel modo più completo. Ovviamente ci sono critici che pensano che lo stiamo facendo per la 100.000esima volta, ma forse dovrebbero anche guardare fuori dalla loro stessa bolla. Non molte persone sanno ancora qualcosa su determinati argomenti. Che tra l’altro non è affatto una colpa. Fino a questa settimana non sapevo esattamente come fossero i prezzi dell’energia. Per questo l’intenzione è sempre quella di ricominciare da zero qui a tavola. Altri talk show si basano su informazioni privilegiate che molti spettatori non hanno. Vogliamo farlo in modo diverso e fare la differenza”.

READ  'Non mentirò, questo mi spaventa davvero': Madonna stupisce i fan con un bizzarro video su TikTok | celebrità