QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Aspetto.  Il vincitore dell'incontro, Vinicius Junior, provoca il Banco di Barcellona e ammette: “Non sono un santo”.  Calcio straniero

Aspetto. Il vincitore dell'incontro, Vinicius Junior, provoca il Banco di Barcellona e ammette: “Non sono un santo”. Calcio straniero

El Clásico è sempre pieno di emozioni, ma negli ultimi anni c'è qualcosa che assomiglia a un denominatore comune: il nome Vinicius Junior. Anche quando segna una tripletta ed è il miglior giocatore in campo, la cosa è controversa. L'attaccante brasiliano (23') non ha resistito alla provocazione dei sostituti del Barcellona dopo che Araujo è stato ingiallito per la seconda volta. Dopo la partita indossava effettivamente la tela da imballaggio. “Voglio lavorarci sopra e migliorare.”

Aspetto. Vinicius sfida i subentrati del Barcellona dopo l'espulsione di Araujo


Una piaga continua per la difesa del Barcellona e una tripletta in 32 minuti. La tripletta di El Clásico più veloce di sempre nel 21° secolo. Vinicius Junior è stato senza dubbio il miglior giocatore della finale di Supercoppa a Riad. Tuttavia, dopo la partita, non si trattava solo dei suoi gol straordinari e dei dribbling appariscenti. Al 71', ha attirato la sua attenzione con un gesto chiaro verso la panchina dei sostituti del Barcellona, ​​dopo che Araujo ha ricevuto il secondo cartellino giallo dopo un fallo sul brasiliano.

Aspetto. Vinicius riceve il secondo cartellino giallo per Araujo

Ma tutti questi blaugrana non potevano riderne e pensavano che Vinicius stesse recitando uno spettacolo teatrale. Quando Vinnie rise e festeggiò eccessivamente, le bambole iniziarono a ballare. In risposta, ha detto con le dita alla panchina dell'FC Barcelona il punteggio che c'era sul tabellone. Adesso la recinzione è completamente scomparsa.

READ  Ufficialmente: il Barcellona riporterà non una, ma due (!) delle sue vecchie conoscenze al Camp Nou - Football News

“Voglio stare meglio”

Nella conferenza stampa successiva, Vinicius ha riflettuto su quel momento con molto rimorso: “Sono triste, perché sulla stampa apparirà che ho fatto questo o quello. Cerco di stare calmo e di concentrarmi sulla partita da fare”. faccio del mio meglio, ma a volte non sono solo io. “Non sono un santo e a volte parlo troppo o faccio capricci inutili, ma sono qui per migliorare ed essere un esempio per i ragazzi che mi guardano. Voglio migliorare .”

“Imparo ogni giorno e cerco di essere una persona migliore, ma a volte voglio dare tutto per la squadra e alla fine deludo tutti, concorrenti e compagni di squadra. Voglio lavorare su questo”, ha aggiunto in modo sorprendente il brasiliano.

Aspetto. Tripletta di Vinicius Junior in 32 minuti:

Vinicio festeggia la vittoria.
Vinicio festeggia la vittoria. ©Reuters

Polizia nazionale afgana/EPA
© Agenzia nazionale di polizia/Agenzia per la protezione ambientale