QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Boris Johnson paga la multa Corona per le feste di chiusura e offre “scuse complete”

Il primo ministro britannico Boris Johnson e il ministro delle finanze Rishi Sunak sono stati multati per le feste di chiusura a Downing Street. Multa anche Carrie Johnson, la moglie del primo ministro.

E Downing Street conferma che la polizia ha informato due membri del governo di essere stati multati per aver violato le misure anti-Corona. Il portavoce del governo non ha fornito ulteriori dettagli finora. Il suo portavoce ha confermato che anche Carrie Johnson sarà multata.

La polizia metropolitana sta indagando su un totale di 12 marce al 10 di Downing Street, la residenza del primo ministro, ea Whitehall, la sede del governo britannico. Per questo sono già state comminate più di 50 multe. Nella maggior parte dei casi, questo include una multa di £ 50, che è di circa € 60.

Il leader laburista Keir Starmer afferma che Johnson e Sunak hanno infranto la legge e mentito. Pensa che dovrebbero dimettersi. In una breve pubblicità trasmessa in televisione, Johnson ha detto che non aveva intenzione di farlo. “Voglio poter continuare il mio mandato e affrontare i problemi del Paese”. Ha offerto le sue “scuse complete” e ha detto di aver già pagato la multa. Non è chiaro quanto fosse la multa.

pressione politica

Il caso, soprannominato “Partygate” nel Regno Unito, ha messo Johnson sotto forte pressione politica. Il partito laburista di opposizione aveva precedentemente chiesto le sue dimissioni, ma il risentimento era profondo all’interno del partito conservatore.

Alla fine di gennaio, l’alto funzionario britannico Sue Gray ha pubblicato un altro rapporto schiacciante, che parlava di “comportamento difficile” e del fallimento di “leadership e giudizio”. Sebbene Johnson sia stato criticato dal suo stesso partito, per il momento è riuscito a rimanere fermo.

READ  L'esercito americano ha lasciato fuori dal paese attrezzature per un valore di 7 miliardi di dollari in Afghanistan

Johnson è stato più assertivo in sella dalla guerra in Ucraina. Il brillante primo ministro britannico si presenta come un fedele alleato dell’Ucraina. Lo scorso fine settimana si è recato nella capitale, Kiev, Dove ha girato la città con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky