QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Cos’è l’ARFID, il disturbo alimentare indotto dai bambini trascurati

Cos’è l’ARFID, il disturbo alimentare indotto dai bambini trascurati

ARFID sta per disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di ciboÈ un disturbo alimentare caratterizzato dall’evitare o limitare l’assunzione di cibo.
Cos'è l'ARVID?
  • L’ARFID è un disturbo alimentare in cui le persone evitano o limitano determinati alimenti in base alle caratteristiche sensoriali del cibo (odore, gusto, consistenza e aspetto).
  • Ciò porta ad una dieta inadeguata all’età e al peso, con possibili carenze nutrizionali e sottopeso
  • Le ragioni possono risiedere in un'esperienza spiacevole con il mangiare (ad esempio, quasi soffocamento), nella paura di determinati alimenti o in un'ipersensibilità sensoriale.
  • L’ARFID spesso inizia in tenera età, ma può anche svilupparsi più tardi nella vita.
  • È visto come Il “bambino perduto” tra i disturbi alimentari, perché meno conosciuto dell'anoressia o della bulimia.

Quali sono le opzioni di trattamento?

Trattamenti psicologici
  1. Terapia cognitivo comportamentale (CBT): questo è uno dei trattamenti più promettenti per l'ARFID. La terapia cognitivo comportamentale aiuta a identificare e modificare pensieri e comportamenti malsani riguardanti il ​​cibo e la nutrizione. A questo scopo sono stati sviluppati protocolli CBT specifici come la CBT-AR (Terapia Cognitivo Comportamentale per ARFID).
  2. Terapia dell'esposizione: prevede l'esposizione graduale di una persona agli alimenti che teme o evita in un ambiente controllato per ridurre la paura e l'evitamento.
  3. Terapia familiare: prevede la formazione dei genitori/tutori ad applicare strategie come l'esposizione, la modificazione del comportamento e la creazione di un ambiente alimentare positivo, soprattutto per bambini e giovani.
  4. Altri trattamenti: la terapia dialettica comportamentale (DBT), l’ipnoterapia e l’EMDR possono essere utilizzate come terapie complementari.
Supporto nutrizionale
  1. Lavora con un dietista: un dietista aiuta a pianificare pasti equilibrati, a trattare le carenze nutrizionali e a fornire informazioni su abitudini alimentari sane.
  2. Integratori nutrizionali orali: possono essere utilizzati temporaneamente se una persona è sottopeso o malnutrita.
  3. Alimentazione tramite sonda: nei casi gravi di malnutrizione o disidratazione, può essere necessaria l'alimentazione tramite sonda per stabilizzare le condizioni del paziente prima che vengano eseguiti altri interventi.
READ  Diagnosi del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) in età avanzata: ``Finalmente compreso'
Il trattamento medico
  1. Farmaci: sebbene nessun farmaco sia approvato specificamente per l’ARFID, alcuni possono essere prescritti off-label per aumentare l’appetito, ridurre l’ansia o trattare altre condizioni come la depressione o l’ADHD.
  2. Trattamento ospedaliero/residenziale: per i casi gravi, può essere raccomandato un trattamento intensivo a un livello di assistenza più elevato, come il trattamento residenziale, il trattamento residenziale o il trattamento part-time per il monitoraggio del peso, la nutrizione e la rialimentazione strutturata.

L’approccio terapeutico è spesso multidisciplinare, con un team di specialisti come psicologi, medici, nutrizionisti e terapisti. L’intervento precoce, il coinvolgimento della famiglia e l’attenzione ai bisogni fisici e psicologici sono cruciali per un recupero di successo.