QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ed Schilling si tuffa come un falco pellegrino per vincere l’infida finale dei Paesi Baschi |  Giro dei Paesi Baschi 2023

Ed Schilling si tuffa come un falco pellegrino per vincere l’infida finale dei Paesi Baschi | Giro dei Paesi Baschi 2023

Ide Schelling conquista la sua prima vittoria nel WorldTour. Il talentuoso olandese è stato il primo a scendere l’ultima goccia della seconda tappa del Giro dei Paesi Baschi. Il 25enne corridore di Bora-Hansgrohe ha battuto Sobrero (secondo) e Gaudu (terzo) con la sua impressionante azione e volo.

Subito dopo la partenza, 6 concorrenti si staccano. 5 spagnoli e un francese avevano un vantaggio di 7 minuti e la posizione del prezzo per le ore successive era nota.

Dietro abbiamo visto un’immagine straordinaria, il leader Ethan Hayter si è effettivamente posizionato davanti al gruppo.

Il britannico oggi non ha creduto nelle sue possibilità e ha perso la maglia di leader. A 48 km dal traguardo è già partito.

Landa va da solo

Era prima di Saldias, la salita più dura della giornata. Ha richiesto attacchi con nastri fino al 12%.

Il campione olimpico Richard Carapaz è stato il primo a provarci, ma Mikel Landa lo ha subito parato. Ha avuto più successo, il basco è andato solo alla ricerca della testa della corsa.

Poco prima della vetta, viene raggiunto dall’ultimo dei disertori, Romo, Josium e dal re della montagna Barnetxia.

Landa sapeva di dover affrontare un compito impossibile. Basque non ha gradito i 40 km in solitaria. Ha resistito fino allo sprint intermedio, dove ha guadagnato altri 3 secondi, dopodiché si è saggiamente lasciato riprendere.

L’ultima salita avrebbe dovuto fare la differenza, ma si è rivelata la scala del nulla. Arkiskil era lungo 11 km, ma il 3,1% in media non era abbastanza ripido da forzare qualcosa.

Calmeghani, Balderston e de la Cruz ci hanno provato, ma non sono riusciti a fare molti progressi.

Poco prima della vetta, Daniel Felipe Martinez ha avuto dei problemi, ha mancato diversi raggi della ruota anteriore e ha visto diminuire le sue possibilità.

La discesa pericolosa decide di vincere

Poi è seguita una folle discesa di 5 km. Ciò ha portato a un finale nervoso e pericoloso, poiché i piloti sono caduti a 70 km / h.

È stato il corridore spagnolo Alex Arnaborough a correre più rischi ed è rimasto dritto più volte, ma anche lui non è riuscito a scappare.

Il calo ha già causato la fuga, in parte a causa di una serie di cadute con Marc Soler come vittima maggiore. Circa 10 corridori possono correre per la vittoria oggi.

Ovviamente, Ed Schilling era il più forte in quel nemico. L’olandese si è piazzato a 500 metri, subito prima di un paragrafo tecnico, in primo piano. Non ha concesso questa posizione e ha vinto da Laisa.

Matteo Sobrero è arrivato secondo, David Gaudo terzo, strappando così qualche secondo in più importante.

Con la perdita di Hayter, Schilling diventa anche il nuovo leader. Un viaggio simile è previsto per domani, anche se l’arrivo sarà in salita.

“La finale è molto pericolosa”

L’idea di Schelling: “Gli ultimi 5 km sono stati molto pericolosi. A dire il vero, è un po’ strano che l’UCI abbia approvato questa finale, secondo me riguardava davvero lui. Mandando giù l’intero gruppo come hanno fatto qui, questo crea guai”.

“Penso che la maggior parte delle squadre non si aspettasse uno sprint, ma l’ho visto arrivare. La salita finale è stata molto facile per liberare i velocisti”.

“Quindi la discesa è stata fondamentale. Sono completamente pazzo e non ho avuto paura di buttarmi”.

“Ero in una buona posizione, sono riuscito a evitare le collisioni e ho trovato spazio quando il gruppo aveva un chilometro da percorrere. Passerà”.

Matteo Sobero (2°): “Oggi è stato molto frenetico in finale, sapevamo di dover affrontare l’ultima discesa davanti. Ha funzionato davvero bene e ci siamo posizionati perfettamente”.

“Alla fine ero secondo dopo l’ultima curva e non c’era spazio per il sorpasso. Sono contento del secondo posto, ero vicino alla vittoria, ma ci sono ancora altre tappe da affrontare. La squadra è buona, quindi abbiamo ‘vedrò.”

David Godot (terzo): “È stata una finale molto pericolosa. Era oltre il limite, era in pericolo di vita”.

“Dovevo essere davanti perché non volevo perdere tempo. Ero in una buona posizione andando terzo all’ultima curva. Dopo non potevi più passare, quindi sono arrivato terzo”.

“Oggi è stato il livello più alto possibile e ovviamente sono molto felice di essere davanti ai miei rivali in classifica”.

  1. 17:35 E ora è confermato: Eddie Schilling è il nuovo capitano del Basque Country Tour. .
  2. 17:34 Schilling dovrebbe essere il nuovo capitano, dato che Hayter è stato rilasciato prima. .
  3. 17:33 Gioco finito
  4. 17:32 Stava ancora girando e girando nella serratura. Schilling ha fatto la scelta giusta per iniziare prima questa sezione. .
  5. 17:31 Ed Schilling vince! L’olandese ha preso il comando in tempo e nessuno ha potuto minacciarlo dopo. .
  6. 17:31 Aranburu è in posizione perfetta per uno sprint. .
  7. 17:30 Sembra che un piccolo gruppo stia correndo per la vittoria. .
  8. 17:30 ultimo miglio! Il gruppo sta affondando nell’ultimo chilometro a un ritmo sostenuto! .
  9. 17:29 È Arnaboru che vola in pole. .
  10. 17 ore 28. A 70 km / h, i corridori volano giù per le piste. & nbsp; Il portacolori Movistar prende il piccolo vantaggio, Vingegaard prova a seguirlo. .
  11. 17:00 27. Picco Arkiscale. I cavalieri si lanciano. & nbsp; Continua in discesa fino a 200 metri prima della linea. .
  12. 17:26 Sfortuna per Martinez! Solo quando la sua squadra lo spinge in avanti il ​​colombiano va in difficoltà. Indietreggia appena prima dell’atterraggio. & nbsp; Ha perso qualche raggio della ruota anteriore? .
  13. 17:25 Luke Plapp mette sui binari il treno Ineos & nbsp; .
  14. 17:25 de la Cruz sta indietreggiando, messo in ombra dal gruppo. .
  15. 17:00 24. Manca ancora 1 chilometro alla cima! .
  16. 17:00 24. Movistar prende il gruppo al seguito, seguono a 5 secondi dal leader. .
  17. 17:11 Solo De La Cruz! Calmegan si rompe! Il ritmo di De La Cruz è molto veloce. .
  18. 17:22 A De la Cruz non importa, e i suoi compagni di fuga devono fare di tutto per seguirlo. .
  19. 17:21 È David de la Cruz alla guida di due auto. I loro progressi non sono ancora molti. & nbsp; EF controlla il ritmo nel gruppo. .
  20. 17:20 Il pilota dell’Astana ora coglie l’occasione. .
READ  Dal vivo: Doku è inarrestabile! Ha avuto un piede nei tre gol del Manchester City contro il Bournemouth Premier League 2023/2024