QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I farmaci per dormire non hanno un effetto duraturo

GT

Uno studio nel BMJ Open ha dimostrato che l’uso a lungo termine di farmaci per il sonno non ha ridotto i disturbi del sonno a lungo termine. Daniel Soloman e colleghi hanno studiato 685 donne di mezza età con problemi di sonno in questo studio retrospettivo.

I partecipanti provenivano da una clinica femminile, dove venivano per un controllo medico annuale. A 238 di queste donne erano stati prescritti farmaci per il sonno, come una benzodiazepina, per disturbi del sonno e avevano assunto questo farmaco per molto tempo. Erano accoppiati con 447 donne che non assumevano farmaci per il sonno. I ricercatori hanno confrontato i gruppi dopo uno e due anni.

I ricercatori hanno esaminato i dati auto-riportati nelle due settimane precedenti la visita clinica. I partecipanti hanno riferito di quanti giorni della settimana hanno avuto difficoltà ad addormentarsi, svegliarsi di notte e / o svegliarsi molto presto la mattina. I partecipanti che non hanno assunto il farmaco per il sonno si sono svegliati molto presto la mattina a una velocità significativamente inferiore nel punto di misurazione per un anno. Non sono state riscontrate differenze statisticamente significative negli altri domini dopo un anno. I ricercatori non hanno trovato differenze significative in nessuna delle aree dopo due anni.



Leggi anche


READ  Foro della vena d'oro | Tempo