QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Congresso degli Stati Uniti sta rendendo impossibile a Trump il semplice ritiro dalla NATO al suo ritorno alla Casa Bianca

Il Congresso degli Stati Uniti sta rendendo impossibile a Trump il semplice ritiro dalla NATO al suo ritorno alla Casa Bianca

Questa misura, che fa parte del bilancio della difesa statunitense del prossimo anno, è un’iniziativa del senatore democratico Tim Kaine e del suo collega repubblicano Marco Rubio. I due uomini hanno tentato senza successo di attuare questa misura durante la presidenza Trump, ma questa settimana è stata approvata da un’ampia maggioranza sia al Senato che alla Camera dei Rappresentanti. Deve impedire che Trump possa porre fine all’alleanza con un solo tratto di penna quando Trump tornerà alla Casa Bianca.

Kaine ha affermato che la NATO è “di fondamentale importanza per la nostra sicurezza nazionale” e che l’azione legale invia “un forte segnale ai leader autoritari di tutto il mondo che il mondo libero rimane unito”. “Dobbiamo garantire che i nostri interessi nazionali siano tutelati così come la sicurezza dei nostri alleati democratici”, ha affermato Rubio in una nota.

La disposizione legale prevede che il presidente debba notificare al Congresso 180 giorni prima la proposta di ritiro dal Trattato di Washington. Questa disposizione stabilisce inoltre che nessun presidente può “sospendere, porre fine, denunciare o ritirare” l’adesione alla NATO senza l’approvazione del Congresso o una maggioranza di due terzi al Senato.

Rivalutazione di base

Trump non ha annunciato il desiderio di ritirare gli Stati Uniti dalla NATO se verrà rieletto. I suoi alleati politici vedono le sue dichiarazioni negative sull’alleanza essenzialmente come un incoraggiamento affinché gli europei facciano di più da soli. Tuttavia, molti repubblicani temono anche che un potenziale secondo mandato per Trump, che è in testa nei sondaggi e diventerà il loro candidato l’anno prossimo, sarebbe negativo per la coalizione.

Il piano elettorale di Trump prevede una “rivalutazione fondamentale” dello scopo e della missione della NATO. “Il nostro sistema di politica estera continua a cercare di trascinare il mondo in un conflitto nucleare con la Russia basandosi sulla menzogna che la Russia sia la nostra più grande minaccia. Ma la più grande minaccia per la civiltà occidentale potremmo essere noi e alcune delle persone che odiano l’America e che rappresentano la nostra Paese.

John Bolton, il tenace repubblicano che un tempo era consigliere per la sicurezza nazionale di Trump – e lo ha sentito dire “Non mi interessa la Nato” – Recentemente ha affermato di temere che Trump possa arrecare danni significativi alla NATO in un potenziale secondo mandato. Questo perché non sarà più circondato da repubblicani che possono e vogliono fermarlo in questo ambito. “Il danno che ha causato durante il suo primo mandato è stato irreversibile. Il danno in un secondo mandato sarà irreparabile”.

Sabotaggio

Durante il suo primo mandato, il rapporto tra Trump e gli alleati europei, guidati dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, è stato pieno di tensioni. New York Times All’epoca rivelò di aver ripetutamente detto ai suoi consiglieri di voler staccare la spina, ma alla fine anche gli Stati Uniti avevano investito nella loro presenza in Europa sotto Trump.

La commentatrice americana Anne Applebaum Ci sono stato di recente sulla rivista oceano Atlantico E che Trump potrebbe anche distruggere l’alleanza senza un ritiro formale. L’effetto deterrente della NATO deriva non solo dall’obbligo di assistenza reciproca ai sensi dell’articolo 5 del Trattato NATO, ma anche dalla convinzione della Russia che gli americani credano veramente nella difesa collettiva.

“Trump può porre fine a questa condanna con un discorso, un commento e un post sui social media di Truth”, ha scritto Applebaum. “Se il Comandante Supremo dice: ‘Non aiuterò nessuno se un alleato viene attaccato’, perché qualcuno dovrebbe continuare a temere la NATO, indipendentemente dagli impegni che rimangono sulla carta?” L’anno prossimo la NATO celebrerà il suo 75° anniversario, che sarà celebrato in grande stile al vertice NATO di Washington.

READ  23 morti già contati dopo l'uragano in Mississippi: "Sembrano le conseguenze dell'uragano Katrina"