QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il fotografo Azovstal condivide le foto finali prima della resa

‘Era così.’ Prima della sua resa, il fotografo ucraino 26enne Dmytro Orest Kosatsky ha condiviso un ultimo set di foto dalla scuderia assediata di Azov.

Il 20 maggio, il fotografo Azov ha annunciato di voler arrendersi ai russi, come hanno già fatto centinaia di suoi compagni combattenti. “Quando sarò in prigione, ti mostrerò le immagini con la migliore qualità possibile”, dice. Falli partecipare a tutti i concorsi di stampa e fotografia. Se vinco qualcosa, sarà fantastico quando verrò rilasciato.

Ha già mostrato al mondo quanto sia stato miserabile il destino dei soldati rimasti nello stabilimento, quando è riuscito a tirare fuori una serie di foto di soldati ucraini feriti. Uomini amputazione di braccia e gambe o ferite infiammatorie. Il giovane fotografo ne faceva parte Servizio di comunicazione del reggimento Azov a Mariupol. Non è chiaro quanto sia grande questo servizio e come sia organizzato esattamente.


L’ultima foto che Dmytro Kozatsky ha inviato al suo mondo.

Foto: AP – Dmytro Kozatsky

Le forze russe hanno circondato il sito di Azovstal per settimane prima che cadesse nelle mani dei russi venerdì sera dopo la resa degli ultimi soldati. Sono stati presi in autobus e ambulanze russi. Dove non è subito chiaro. Il loro destino non è chiaro. L’Ucraina spera di scambiare prigionieri di guerra russi, ma in Russia si vota anche per il processo ai combattenti Azov.

Il fotografo Azovstal condivide le foto finali prima della resa


Foto: A.P

Ora che l’ultima fonte di resistenza ucraina è caduta nella città portuale strategicamente importante, la Russia sembra essere completamente concentrata sulla regione orientale del Donbass, secondo il ministero della Difesa ucraino.

READ  Rusland doet grote militaire oefening op de Krim en in zuiden, il premier britannico Johnson spreekt dreigende taal