QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il percorso della Coppa del Mondo è troppo difficile per Van Aert e Van der Poel?  “Allora il corso sarà diverso.”

Il percorso della Coppa del Mondo è troppo difficile per Van Aert e Van der Poel? “Allora il corso sarà diverso.”

Mercoledì 24 aprile 2024 alle 11:01

Innanzitutto avremo i grandi eventi necessari come il Giro, il Tour, i Giochi Olimpici e la Vuelta, ma gli appassionati di ciclismo tengono d'occhio i prossimi Campionati del mondo di ciclismo (21-29 settembre) a Zurigo, in Svizzera. Domanda importante: la prossima Coppa del Mondo è troppo difficile per i corridori classici come Mathieu van der Poel e Wout van Aert?

La corsa su strada locale si svolge su un circuito di 26,8 km a Zurigo e dintorni. L'inizio del giro è il più difficile, poiché ci sono due pendii che si susseguono in rapida successione. Con la Zürichbergstrasse (1,1 km al 8%) e la salita a Witikon (2,3 km al 5,7%), ci sono due carnefici alla volta. La corsa è lunga 273,9 chilometri e prevede 4.470 metri di dislivello.

Per fare un riferimento: a Liegi-Bastogne-Liegi quest'anno ci sono stati 4260 metri di dislivello, distribuiti su un percorso di 254,5 chilometri. Possiamo quindi concludere che il percorso della Coppa del Mondo sia troppo difficile per i classici più pesanti come Van der Poel e Van Aert? L'allenatore della nazionale belga Sven Vanthornhout non è d'accordo con questa questione. In un'intervista al quotidiano britannico “Daily Mail” ha dichiarato: “La distanza e il numero di metri di dislivello possono essere gli stessi, ma la Coppa del Mondo è sempre diversa”. Il giornale.

Altre relazioni di valore
“Anche perché bisogna affrontare round locali. Questo è diverso, ad esempio, dalla Liegi-Bastogne-Liegi. Correre su un circuito locale è spesso diverso. Il fatto che Van der Poel abbia gareggiato a Liegi non significa che sarà è il caso della Coppa del Mondo. Ricordo ancora di aver visto i corridori del Campionato del Mondo 2020 a Imola che hanno ottenuto una buona classifica in un grande giro un paio di settimane fa mentre a quel tempo lo erano i classici fiamminghi come Oliver Nyssen e Wout van Aert. ancora in testa alla corsa.

READ  Gli atleti belgi aprono la stagione con l'argento al World Cup Tour di Montreal | percorso breve

“In Coppa del Mondo la gara è diversa, la gara è organizzata in modo diverso, quindi anche il risultato può essere completamente diverso. “Ancora una volta, trovo che la Coppa del Mondo sia sempre un torneo molto speciale”, spiega Vanthornhout “Ci sono corridori che sono usciti “Escono bene da un Grande Giro e possono segnare in Coppa del Mondo, e ci sono corridori che escono meno bene da un Grande Giro o cavalcano la classifica e quindi falliscono un po'.”