QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Intel presenta i processori per server Emerald Rapids Xeon con un massimo di 64 core – Computer – Novità

Intel rilascia i suoi processori Emerald Rapids per l’utilizzo in server e data center. Queste CPU Xeon avranno un massimo di 64 core in questa generazione. I chip supportano anche velocità DDR5 più elevate e forniscono prestazioni per watt più elevate.

Alla serie Emerald Rapids verrà assegnato il nome commerciale “Processori scalabili Intel Xeon di quinta generazione”. È un successore diretto dei chip Sapphire Rapids di quarta generazione di Xeon, che il produttore di chip ha lanciato nel gennaio 2023. I nuovi processori per server sono nuovamente prodotti utilizzando Intel 7 e non il processo Intel 4 più avanzato su cui si basano i chip per laptop Intel Meteor Lake. Utilizzano anche lo stesso socket LGA-4677, consentendo ai possessori di Sapphire Rapids di passare a Emerald Rapids senza acquistare una nuova scheda madre.

I nuovi Xeon utilizzano ancora una volta esclusivamente P cores. Il produttore di chip questa volta fornisce alle CPU Emerald Rapids un massimo di 64 core e 128 thread. Le CPU Sapphire Rapids hanno un massimo di 60 core. L’anno prossimo, Intel lancerà processori per server con core Electron più efficienti, ma meno potenti sotto forma di Sierra Forest.

I nuovi chip supportano anche un massimo di memoria DDR5-5600, mentre in precedenza il massimo ufficiale era DDR5-4800. Il nuovo chipset Xeon ha anche fino a 320 MB di cache L3 e otto canali di memoria DDR5. Intel non ha annunciato nel suo comunicato stampa quante linee PCIe avranno le nuove CPU. Questo probabilmente non è cambiato rispetto alla generazione precedente: Sapphire Rapids aveva ottanta linee PCIe 5.0.

Intel sta inoltre continuando il suo programma On Demand, che consente ai possessori di Xeon di sbloccare funzionalità hardware aggiuntive a pagamento dopo l’acquisto, come l’accesso ad alcuni acceleratori integrati per attività di elaborazione specifiche.

READ  Il marchio di cioccolato Sint-Amands Boerinneke si diffonde nelle mani di ... (Economisti)

diversificato Questo: Uno con “fette”, due senza

Intel offre 32 diversi processori per questa generazione. Questi differiscono in molti modi, incluso il numero di socket sulla scheda madre che supportano; Alcune CPU possono essere utilizzate con al massimo un socket, mentre altre varianti supportano sistemi multi-socket. Esistono anche varianti speciali con raffreddamento ad acqua, nonché CPU ottimizzate per 5G, networking, cloud computing, infrastrutture di storage e utilizzo dell’IoT.

I processori sono disponibili in tre diversi processori Questo. Il modello di punta è anche chiamato XCC. Queste CPU sono costituite da due pezzi simili a chipset. Questi chip hanno un massimo di 64 core. Intel offre anche una variante MCC, che ha un singolo “monolite” Quale E fino a 32 core. Infine, il produttore di chip offre una variante EE LCC, anch’essa composta da un’unica variante Quale Offre un massimo di 20 core. Nella generazione precedente, Intel ha rilasciato anche varianti Max con memoria HBM integrata, ma ora sembra mancare.

Prestazioni e disponibilità

Intel afferma che Emerald Rapids è in media il 21% più veloce di Sapphire Rapids nelle attività di elaborazione “generali”. Secondo Intel, i chip forniscono anche prestazioni per watt superiori del 34%. Con la modalità inattiva migliorata, i chip forniranno anche 100 watt per presa con un carico dello 0%, afferma il produttore del chip. Anche l’acceleratore AI integrato è stato migliorato. Ad esempio, le velocità turbo sono state aumentate per alcuni carichi di lavoro AVX e AMX.

I prezzi per i processori scalabili Intel Xeon di quinta generazione variano. Il modello di punta nella categoria per uso generale costa $ 11.600, o $ 12.400 per il modello raffreddato ad acqua. Il processore più economico offerto da Intel ha otto core e costa 563 dollari. I produttori di server come Cisco, Dell, HPE, Lenovo e Supermicro equipaggeranno i sistemi con i chip Emerald Rapids a partire dal primo trimestre del 2024.