QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La banca svizzera UBS acquista Credit Suisse in difficoltà per 3 miliardi di dollari

La banca svizzera UBS acquista Credit Suisse in difficoltà per 3 miliardi di dollari

L’acquisizione dovrebbe porre fine all’enorme calo di azioni e obbligazioni per la banca in difficoltà a seguito del crollo delle banche statunitensi più piccole. Il Credit Suisse è sotto pressione da tempo poiché i clienti continuano a prelevare denaro dai propri conti, temendo per il futuro della banca. Il presidente del consiglio di amministrazione della Banca nazionale dell’Arabia Saudita, il maggiore azionista, ha dichiarato mercoledì di non avere più alcun desiderio di investire nel Credit Suisse. Quella dichiarazione ha portato a turbolenze nel settore bancario e il Credit Suisse ha perso circa un quinto del suo valore di mercato.

Il governo svizzero ha mediato l’accordo per contenere una crisi di fiducia che minaccia di propagarsi nei mercati finanziari di tutto il mondo. Le autorità statunitensi si sono anche consultate con le loro controparti svizzere, poiché sia ​​UBS che Credit Suisse operano in entrambi i paesi e sono considerate importanti banche del sistema finanziario globale. Gli svizzeri volevano finalizzare un accordo prima dell’apertura dei mercati azionari in Asia, quindi la speranza è che l’acquisizione possa evitare il panico pubblico.

La Banca nazionale svizzera ha dichiarato domenica di “sostenere l’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS fornendo una significativa assistenza in contanti”. Le due banche potrebbero ricevere sostegno sotto forma di liquidità fino a 100 miliardi di franchi, secondo BNS.

Il presidente della Confederazione Alain Berset alla conferenza stampa.foto dell’AFP

La Svizzera concede inoltre a UBS una garanzia di 9 miliardi di franchi per limitare i rischi che la banca incorre dall’acquisizione di attività che possono comportare perdite, nella misura in cui tali perdite potenziali possono superare un certo limite.

READ  Israele inizia il terzo colpo per le persone con più di 60 anni, gli ospedali vedono un aumento dei pazienti COVID in condizioni critiche | all'estero

UBS pagherà 1 azione per 22,48 azioni del suo concorrente nel corso dell’acquisizione del Credit Suisse. Alla chiusura della borsa di venerdì sera, il Credit Suisse era ancora valutato a 7,4 miliardi di euro. Pertanto, agli azionisti non rimarrà quasi nulla.

Il presidente Berset ha dichiarato domenica sera in una conferenza stampa che la vendita è stata “cruciale non solo per la Svizzera, ma per la stabilità dell’intero sistema finanziario”. Era affiancato da alti dirigenti delle due banche, Colm Kelleher di UBS e Axel Lehmann di Credit Suisse.