QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La commissione vaccinale del Regno Unito raccomanda una nuova campagna di richiamo per i pazienti ad alto rischio Van Ranst: “Al momento non è un problema in Belgio” | interno

Nel Regno Unito, le persone ad alto rischio di infezione grave da coronavirus dovrebbero ricevere nuovamente un vaccino di richiamo questo autunno. Questo è il parere del British Committee for Vaccination and Immunization (JCVI). Una nuova campagna di richiamo non è necessaria al momento, afferma il virologo Marc Van Ranst (KU Leuven) in Belgio, ed è stata confermata dal Consiglio Superiore della Sanità. Dato il tasso di mortalità relativamente basso e il basso numero di pazienti in terapia intensiva, sembra che la situazione nel nostro Paese sia sufficientemente sotto controllo.

Il comitato di vaccinazione JCVI del Regno Unito chiede piani concreti per aumentare i pazienti ad alto rischio questo autunno. Inoltre, è stato chiesto a un gruppo più ristretto di persone, come gli anziani e le persone con un sistema immunitario compromesso, di ricevere una dose aggiuntiva in primavera. Il 2022 UK Covid Autumn Program è iniziato all’inizio di settembre. Da allora, oltre l’82% dei britannici di età pari o superiore a 75 anni ha ricevuto una dose di richiamo.

Il JCVI avvisa inoltre che saranno necessarie “vaccinazioni di emergenza” per il pubblico in generale se emerge una nuova variante del virus.

La situazione nel nostro Paese è sotto controllo

Secondo il virologo Marc Van Ranst, una nuova campagna di richiamo nel nostro Paese non è al momento un’opzione. “La nona ondata di corona è ormai passata e sperimenteremo la decima questo inverno”, afferma. Ma pensiamo a quelle come “onde”, dice il virologo.

Van Ranst sottolinea che i rischi per gli anziani e le persone con un sistema immunitario indebolito in Belgio sono attualmente gestibili. Sembra che relativamente pochi pazienti con corona finiscano in terapia intensiva e ancora meno persone muoiano a causa del virus. Inoltre, al momento non ci sono nuove varianti. “Quindi mi sembra che la situazione sia più o meno sotto controllo”, dice il virologo. “Ad un certo punto, dobbiamo arrivare a un sistema in cui le persone vengono vaccinate una volta all’anno, come facciamo per l’influenza”, aggiunge.

READ  Annunciata la lista dei migliori per il primo premio letterario Boon

Sophie Verdodt, portavoce del Consiglio supremo della sanità, ha affermato che il consiglio del Regno Unito sarà discusso giovedì in una riunione del gruppo di lavoro permanente sulla vaccinazione all’interno del consiglio. Assicura che non ci saranno nuove campagne promozionali nel nostro paese nel prossimo futuro.