QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La principessa Latifa torna in scena mesi dopo Proprietà

La principessa Latifa Al Maktoum ha lasciato un segno nella vita per la prima volta in diversi mesi. Una foto pubblicata su Instagram mostra la figlia dell’emiro di Dubai in un centro commerciale.




La foto mostra la principessa Latifa con altre due donne al Mall of the Emirates, un centro commerciale a Dubai. Gli amici della principessa hanno confermato alla BBC di aver conosciuto le due donne e che Latifa le conosceva.

Non è chiaro quando sia stata scattata la foto, che le donne a destra ea sinistra della foto hanno condiviso su Instagram. L’immagine è stata girata per ragioni poco chiare, ma c’è un poster per il film Demon Slayer: Mugen Train, che è stato rilasciato negli Emirati Arabi Uniti il ​​13 maggio.

David Hay, co-fondatore della campagna Free Latifa, ha detto alla BBC di non poter fornire alcuna informazione in questo momento. “Confermiamo che ci sono stati molti sviluppi potenziali importanti e positivi nella campagna. Non intendiamo commentare ulteriormente questo al momento. Un’altra dichiarazione verrà rilasciata a tempo debito”.

Foto della Principessa Latifa distribuita dalla campagna Free Latifa. © Agenzia per la protezione dell’ambiente

Le Nazioni Unite non hanno ancora risposto alla foto, ma hanno detto alla BBC che stavano ancora aspettando “convincenti prove di vita” da Latifa. E gli Emirati Arabi Uniti hanno promesso di farlo.

La BBC ha pubblicato quest’anno i videomessaggi della principessa. Latifa, 35 anni, lo avrebbe registrato di nascosto. Ha parlato della sua prigionia in una villa a Dubai. Si dice che sia stata detenuta lì dopo aver tentato di fuggire all’estero in barca. Da allora non si è più saputo nulla di lei. A quel tempo, l’Ufficio dell’Alto Commissario per i diritti umani ha descritto il film come “prove video estremamente inquietanti”. Ben presto il governo degli Emirati Arabi Uniti ha chiesto una spiegazione dell’ordine della principessa.

L’ambasciata degli Emirati Arabi Uniti ha confermato in precedenza che Latifa viene assistita a casa. La sua famiglia e i professionisti medici l’aiuteranno lì. Secondo le autorità, denunciare la principessa “non rende giustizia alla situazione in cui si è effettivamente trovata”.

Lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, principe di Dubai e sua moglie, la principessa Haya.

Lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, principe di Dubai e sua moglie, la principessa Haya. © Agenzia per la protezione dell’ambiente

Le Nazioni Unite devono ancora ricevere prove che la principessa Latifa sia ancora viva

Rapita anche la principessa Shamsa: chiede in una lettera un ‘ostaggio’ da Dubai per indagare sul destino della sorella maggiore

Gravi preoccupazioni per il destino della principessa Latifa: le Nazioni Unite vogliono avere notizie da Emirates Airlines

READ  La situazione in Grecia è fuori controllo: oltre 1.300 in ...